È pronto il nuovo look di Giacomelli

21/02/2005

    sabato 19 febbraio 2005

    pagina 9

      DOPO CESSIONE

        È pronto il nuovo look di Giacomelli

          di Massimo Galli

            Un piano in due tempi per sanare e rilanciare Giacomelli. L’annuncio è stato dato ieri a Milano dai vertici di Banca Profilo e Camuzzi international, i nuovi padroni del gruppo di abbigliamento sportivo, la cui cessione è stata perfezionata nella serata di giovedì. L’operazione finanziaria si è conclusa grazie al giudizio positivo, trasmesso dai commissari straordinari al ministero delle attività produttive, in merito all’offerta di Ottanta spa, società controllata alla pari dal fondo di private equity Profilo spinnaker e da Camuzzi (a breve, però, circa il 2% del capitale sarà ceduto ai dirigenti).

              Ottanta ha rilevato le attività di Giacomelli per 1 milione 10 mila euro, impegnandosi a salvaguardare l’occupazione dei 450 dipendenti e a riassorbirne altri 150 attualmente in cassa integrazione.
              La società ha deliberato un aumento di capitale da 10 milioni di euro. ´Questo ci permetterà di fronteggiare le prime esigenze e di ottenere credibilità per fare ricorso al credito’, ha sottolineato Arnaldo Grimaldi, presidente di Profilo spinnaker.

                Il progetto di rilancio è stato illustrato da Sandro Capotosti, presidente e a.d. di Banca Profilo, che ha parlato della necessità di ´rimettere in piedi rapidamente il malato’. Un intervento in due tempi, ha precisato Capotosti: ´Prima occorre riprendere le attività tradizionali dei 50 negozi. In un secondo tempo, alla vendita dell’abbigliamento saranno affiancati servizi integrati al mondo dello sport, come i viaggi, la tecnologia e il settore editoriale. A questo proposito, faremo le nostre valutazioni nel corso del 2005′.

                  In particolare, per quanto riguarda i viaggi, sono previste sinergie con la compagnia aerea Eurofly, posseduta interamente da Banca Profilo. Il vettore, carrier ufficiale di Inter e Milan, in futuro porterà più turisti nelle città in cui si disputano le partite di calcio, offrendo servizi informativi su alberghi e tempo libero.

                    L’iniziativa non si limiterà allo sport ma, nell’ambito del potenziamento dell’attività leisure rispetto a quella charter, potrà interessare altre destinazioni per le vacanze. All’interno dei negozi Giacomelli, saranno realizzati punti di informazione ad hoc.

                      Intanto, sul fronte finanziario, Giacomelli punta a migliorare quest’anno in maniera significativa il giro d’affari rispetto ai 50 milioni di euro del 2004. Per il 2006, è previsto un fatturato di circa 100 milioni. (riproduzione riservata)