E’ nata la nuova associazione di commercianti, artigiani e piccole imprese

10/05/2010

"Rete Imprese Italia" unisce due milioni di aziende italiane

Nasce, ufficialmente, oggi all’Auditorium della musica di Roma "Rete Imprese Italia", il nuovo organismo di rappresentanza che vede, per la prima volta, insieme commercianti, artigiani e piccole imprese. Si compie il percorso di un progetto iniziato quattro anni fa che si poneva come obiettivo la creazione di un organismo unico capace di rappresentare un mondo come quello delle piccole e medie imprese che in Italia vanta numeri considerevoli.
DUE MILIONI DI IMPRESE ISCRITTE – Basti pensare che la nuova associazione potrà vantare su più di due milioni di imprese iscritte, su 14 milioni di addetti (pari al 60% della forza lavoro italiana), su 800 miliardi di valore aggiunto prodotto mediamente in un anno. Oggi quindi verrà ufficializzata la nascita di un soggetto che affincherà Confindustria nella rappresentanza dell’impresa nel nostro Paese. Alla guida di Rete Imprese Italia si alterneranno, ogni sei mesi, i presidenti della cinque associazioni che hanno siglato l’accordo: Confcommercio, Confartigianato, Cna, Confesercenti e Casartigiani.
SANGALLI ALLA GUIDA – Il primo timoniere designato è Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, tra i più convinti sostenitori di un progetto che cambia radicalmente il panorama della rappresentanza in Italia, pone le pmi come solido interlocutore e allarga il vecchio sistema triangolare della concertazione che fino a oggi vedeva protagonisti solo governo, Confindustria e sindacati. Una sfida impegnativa che ha le caratteristiche dell’unicità in un Paese dalla diffusa propensione alla scissione piuttosto che all’accorpamento.