Du Pareil au Meme, esito incontro 19/10/2016

Roma 20/10/2016

Nella giornata del 19/10/16 si è tenuto il previsto incontro con la società Du Pareil au Meme Italia sulla procedura ex L.223/91.
I rappresentanti della Società hanno aderito alla richiesta sindacale di utilizzare come unico criterio di uscita dei lavoratori quello esclusivo della non opposizione, ma hanno proposto un incentivo all’esodo che non è stato ritenuto congruo, composto da 4 mensilità di paga globale di fatto in aggiunta alle 6 mensilità di contributo INPS “risparmiate” in caso di sottoscrizione dell’accordo.
La Società si è detta disponibile a ridurre di 18 unità i licenziamenti, solo se i lavoratori di 1° livello con la funzione di Store Manager fossero disposti al demansionamento e alla rinuncia ad eventuali superminimi ad personam percepiti.
Le OO.SS., che hanno richiesto ulteriori dati sulla composizione del personale nei vari PdV, per favorire l’individuazione di misure anche parziali in alternativa ai licenziamenti e ulteriori informazioni specifiche sul piano di risanamento e rilancio della società, hanno comunque ritenuto insufficienti o addirittura inaccettabili le determinazioni aziendali, per cui il confronto si è concluso senza accordo tra le parti, rinviando al tavolo ministeriale.
Sollecitiamo le strutture territoriali interessate a programmare assemblee nei punti vendita al fine di informare le lavoratrici e i lavoratori sullo stato del confronto.
Sara nostra cura prima dell’incontro in sede Ministeriale promuovere un ulteriore confronto nazionale con l’azienda per verificare la possibilità di concludere la procedura L. 223/91 con un eventuale accordo che terrà conto delle adesioni individuali alla messa in mobilità senza opposizione al licenziamento che verranno nel frattempo espresse dai lavoratori.

P.Filcams CGIL Nazionale
Concetta Di Francesco