Dpef: i sindacati il 15 a Palazzo Chigi

08/06/2007
    venerdì 8 giugno 2007

    Pagina 14 – Economia & Lavoro

    CONCERTAZIONE

      Dpef, i sindacati
      il 15 a Palazzo Chigi

        Riprende la concertazione per avviare la discussione sul Dpef, il Documento di programmazione economico-finanziaria che il governo presenterà a fine giugno. Giovedì prossimo a Palazzo Chigi, alle 13.30, i capigruppo di maggioranza di Camera e Senato incontreranno il presidente del Consiglio, Romano Prodi, per definire le linee guida del documento. Durante l’incontro si dovrebbero affrontare anche altri temi sul tavolo delle riforme a cominciare dalla modifica della legge 30 e del sistema previdenziale. Poi venerdì 15 il governo incontrerà i sindacati.

        Una parte della sinistra chiede che il governo si impegni ad abolire lo scalone senza introdurre forme alternative di innalzamento dell’età pensionabile e che non si tocchino i coefficienti di trasformazione. Per quanto riguarda il Dpef, la richiesta messa a punto da Verdi, Pdci, Rifondazione e Sinistra democratica – che ieri hanno incontrato i sindacati – prevede che venga aumentato l’ammontare di risorse per finalità sociali, oltre la quota oggi prevista dal governo nella ripartizione dell’extragettito.

        Intanto il vicepremier, Francesco Rutelli, assicura che con il prossimo Dpef, entro fine giugno, si procederà anche alla riduzione dell’Ici. «L’operazione si può fare – afferma – perchè ci sono i soldi». Poi aggiunge: «C’è una differenza con l’annuncio che Berlusconi fece prima delle elezioni politiche, Allora il governo non aveva i soldi per farlo. Oggi, invece anche grazie a un anno di sacrifici i soldi ci sono, perchè i conti si stanno rimettendo in linea».

        Rutelli ha anche affermato che «il governo ha fatto un anno di riforme difficili che hanno avuto effetti sull’opinione pubblica ma ora stiamo entrando finalmente nella stagione in cui i frutti positivi si raccoglieranno con una crescita economica e la fiducia ritrovata».