“Domeniche 3″ Coppa (Ascom): un anticipo inutile

15/11/2004

    domenica 14 novembre 2004

    Pagina V-Torino

      Coppa (Ascom): un anticipo inutile
      «Tredicesime lontane Rischiamo un flop»
      "Resteranno giù tante serrande Difficile reggere 2 mesi senza pausa"

        Maria Luisa Coppa, vicepresidente dell´Ascom, un avvio anticipato delle aperture domenicali è utile per i commercianti?

          «L´idea del Comune è quella di favorire il consumo, ma non credo che si raggiungerà l´obiettivo. Natale è ancora lontano, le tredicesime pure. Per i commercianti tenere aperto vuol dire sobbarcarsi costi di gestione e di personale senza un ritorno certo. Non è detto che la domenica spinga la gente a spendere di più. Poi c´è una situazione a macchia di leopardo che non aiuta».

          Cosa intende dire?

            «Che a Torino c´è la facoltà di aprire, ma non in tutte le altre località dell´hinterland. Così le persone sono disorientate. C´è bisogno di omogeneità nella provincia».

            Saranno pochi i negozi a tirare su la serranda?

              «Credo di sì. Soprattutto fra le piccole attività che hanno poco personale e che apriranno a fine novembre o inizio dicembre. Stessa situazione per i mercati rionali».

              Perché?

                «Impossibile reggere per quasi due mesi sette giorni su sette. Quest´anno si è partiti prima perché avanzavano due giorni dal numero annuale di aperture straordinarie, in tutto quattordici. Forse era meglio utilizzarli in un altro momento. Noi non diciamo di "no" a priori, ma è necessario fare un ragionamento più organico sulle domeniche aperte, in un´ottica turistica e di contro-bilanciamento della grande distribuzione».

                Come si articola la vostra proposta?

                  «Una città che si apre al turismo deve per forza cambiare i suoi ritmi. Su questo siamo d´accordo. Ma liberalizzare in modo selvaggio non serve. Si possono ipotizzare aperture efficaci, discutendo sugli orari, nelle aree dove c´è movimento, vicino ai musei, ai luoghi di richiamo, in occasioni particolari».

                  Il Natale, però, è sicuramente un periodo d´oro per i negozi?

                    «Ma non siamo ancora entrati nell´atmosfera natalizia. Per questo credo che per molti commercianti queste due domeniche in più non saranno utili».

                      (d. lon.)