DOMANI NEGOZI COIN IN SCIOPERO

07/01/2000

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

Ufficio Stampa

7 gennaio 2000

DOMANI NEGOZI COIN IN SCIOPERO

Domani, sabato 8, i lavoratori dei negozi Coin saranno in sciopero per 4 ore. L’astensione dal lavoro, dichiarata da Filcams Fisascat Uiltucs, è la conseguenza della rottura delle trattative avvenuta il 20 dicembre. “L’azienda – dice Luigi Coppini, responsabile Filcams per il settore – ha ribadito posizioni inaccettabili sul problema delle cessioni, lasciando al proprio destino 29 filiali. Sulla sede centrale ex Standa, hanno dato la disponibilità all’assorbimento di 15 dipendenti nelle filiali di provincia e 6 o 7 dipendenti alla Fnac, per 40 o 45 dipendenti ci sarebbe il trasferimento a Mestre, mentre non c’è alcun impegno per i 70-80 dipendenti che cesseranno di lavorare nel luglio di quest’anno con lo smantellamento delle sede. Dal piano di riconversione che l’azienda ci ha consegnato risulta il non ricollocamento nei negozi riconvertiti di circa 400 dipendenti nell’anno in corso e di ulteriori 400 dipendenti il prossimo anno. A questi 800 dipendenti programmati in esubero vanno naturalmente aggiunti i dipendenti delle 29 filiali abbandonate al proprio destino e 170 impiegati della sede. Il sindacato ha respinto tutto ciò e oltre allo sciopero di domani ha messo in cantiere una manifestazione nazionale da tenersi tra il 17 e il 21 di questo mese”.