Documento Conclusivo Assemblea Nazionale Delegati Imprese di Pulizia

DOCUMENTO CONCLUSIVO APPROVATO DALL’ASSEMBLEA NAZIONALE DEI DELEGATI FILCAMS IMPRESE DI PULIZIA
FIRENZE 22 SETTEMBRE 2000

L’ASSEMBLEA NAZIONALE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI, DEI DELEGATI E DELLE STRUTTURE SINDACALI FILCAMS, RIUNITASI A FIRENZE IL 22 SETTEMBRE 2000 PER ESAMINARE LO STATO DEL CONFRONTO PER IL RINNOVO DEL CCNL APPROVA LA COMUNICAZIONE SVOLTA, A NOME DELLA STRUTTURA DELLA FILCAMS NAZIONALE, DA PIETRO RUFFOLO.

NEL VALUTARE I CONTENUTI DELLA RELAZIONE L’ASSEMBLEA NAZIONALE EVIDENZIA CHE DOPO UN NEGOZIATO DURATO 17 MESI SONO STATI RESPINTE, GRAZIE AD UN CONFRONTO SERRATO, TUTTE LE PRINCIPALI ED INACCETTABILI RICHIESTE DELLE CONTOPARTI QUALI, AD ESEMPIO, LA TRASFORMAZIONE IN NEGATIVO DELL’ART. 4, LA MANCATA ASSUNZIONE DELLE CATEGORIE PROTETTE NEL CAMBIO D’APPALTO, L’ABOLIZIONE DEI TRE GIORNI DI CARENZA DI MALATTIA, L’ISTITUZIONE DI UNA COMMISSIONE NAZIONALE CHE PUNISSE I COMPORTAMENTI DIFFORMI DELLE STRUTTURE SINDACALI NEI TERRITORI E LA RICHIESTA DI 3 RIPRESE NELL’ARCO DELLA STESSA GIORNATA LAVORATIVA.

LA TRATTATIVA INOLTRE HA PERMESSO DI AFFRONTARE LE PRINCIPALI RICHIESTE POSTE NELLA PIATTAFORMA SULLE QUALI, DOPO MOLTEPLICI INCONTRI, SI E’ RAGGIUNTO CON LE CONTROPARTI UN LIVELLO DI MEDIAZIONE QUALIFICANTE ED ACCETTABILE.

IN PARTICOLARE IL TESTO CONCORDATO SULLA SFERA D’APPLICAZIONE E SULLA CLASSIFICAZIONE RISPONDE ALLA NECESSITA’ DI OFFRIRE NUOVE PROSPETTIVE DI SVILUPPO AL COMPARTO E ALLA CRESCITA PROFESSIONALE DEGLI ADDETTI, USCENDO DALL’AMBITO RISTRETTO DEI SERVIZI DI PULIZIA PER APPRODARE, IN SENSO PIU’ AMPIO, ALLA COSTRUZIONE DEL SETTORE DEI SERVIZI E DEL MULTISERVICE.

SU TUTTE LE ALTRE MATERIE SI E’ RAGGIUNTO UN PROFILO DI MEDIAZIONE COMPATIBILE ANCHE SE IN ALCUNI CASI CON ELEMENTI DI PROBLEMATICITA’ E CRITICITA’. SU MOLTE MATERIE COME AD ESEMPIO LA FLESSIBILITA’ IN ENTRATA NEL MERCATO DEL LAVORO, SI E’ TENUTO CONTO DELLE ESPERIENZE E DEI RISULTATI CONSEGUITI IN ALTRI CONTRATTI SOTTOSCRITTI DALLA NOSTRA CATEGORIA.

RELATIVAMENTE AL SALARIO VA SOTTOLINEATO CHE LA SOLUZIONE FINALE PROSPETTATA POTREBBE ESSERE VICINA A QUELLA RAGGIUNTA DA ALTRE CATEGORIE DI SETTORE NELLA ATTUALE FASE DELLA STAGIONE CONTRATTUALE.

IL NODO CHE IMPEDISCE LA CONCLUSIONE DEL NEGOZIATO RESTA QUELLO DELLA MAGGIORAZIONE DEL 25% PER LA 6a GIORNATA LAVORATIVA LA CUI ABOLIZIONE RIMANE PER LE CONTROPARTI UN ELEMENTO IRRINUNCIABILE, CHE NEL CORSO DEL LUNGO NEGOZIATO, LA DELEGAZIONE TRATTANTE DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI NON E’ RIUSCITA A FAR RITIRARE.
NELL’ULTIMO INCONTRO SVOLTOSI IL 25 LUGLIO SCORSO LE CONTROPARTI HANNO PRECISATO MEGLIO CHE IL SUPERAMENTO DELL’INDENNITA’ DEL 25% E’ RIFERITA SOLAMENTE AI LAVORATORI NUOVI ASSUNTI A DIFFERENZA DI QUELLI GIA’ OPERANTI NEL SETTORE PER I QUALI SI TRASFORMEREBBE IN UNA INDENNITA’ AD PERSONAM.

SU QUESTO ASPETTO CHE ANCORA INCHIODA IL RINNOVO CONTRATTUALE L’ASSEMBLEA RITIENE CHE NON SIANO ACCETTABILI LOGICHE DI VETO DA PARTE DI ALTRE ORGANIZZAZIONI SINDACALI CHE NEI FATTI RENDONO IMPRATICABILE ENTRARE NELLA FASE CONCLUSIVA DEL NEGOZIATO.

L’ASSEMBLEA INFATTI CONSIDERA ORMAI MATURI I TEMPI DI CHIUSURA DEL CONFRONTO CHE NON PUO’ SUBIRE RINVII, RITARDI, NON PIU’ GIUSTIFICABILI NEI CONFRONTI DI UNA CATEGORIA DI LAVORATORI CHE DA TEMPO ASPETTA, DOPO 2 SOLUZIONI TRANSITORIE, UN VERO E COMPLETO RINNOVO CONTRATTUALE.

PERTANTO L’ASSEMBLEA DA MANDATO ALLA SEGRETERIA NAZIONALE E ALLA DELEGAZIONE TRATTANTE FILCAMS DI METTERE IN ATTO TUTTE LE INIZIATIVE OPPORTUNE A RIMUOVERE TALE SITUAZIONE INDICANDO COME PUNTO DI MEDIAZIONE FINALE, PER SBLOCCARE IL NEGOZIATO, LA DEFINIZIONE DI UNA PROPOSTA QUALIFICANTE SUL SOCIO LAVORATORE, CHE NON SI LIMITI SOLO AL RICONOSCIMENTO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO COMPLESSIVO.

IN TALE MODO SI POTREBBE PROCEDERE UTILMENTE ALLA FASE DI DEFINIZIONE DEI TESTI SCRITTI CHE DOVRANNO TRADURRE FEDELMENTE, SENZA RIGIDITA’ O RIPENSAMENTI DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DATORIALI, GLI AFFIDAMENTI COSTRUITI NELL’AMBITO DEL LUNGO NEGOZIATO.

INFINE, NEI PROSSIMI GIORNI, SI RENDE NECESSARIA L’ATTIVAZIONE DI MOMENTI DI INFORMAZIONE E DISCUSSIONE ATTRAVERSO LA CONVOCAZIONE DI ATTIVI REGIONALI E TERRITORIALI DELLA FILCAMS.

APPROVATO A MAGGIORANZA CON 6 CONTRARI E DUE ASTENUTI