Documento conclusivo assemblea nazionale delegati distribuzione cooperativa, 17/04/2003

DOCUMENTO CONCLUSIVO ASSEMBLEA NAZIONALE DELEGATI DISTRIBUZIONE COOPERATIVA PER IL VARO DELLA PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DELCONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO

L’assemblea nazionale dei delegati della distribuzione cooperativa riunita a Montecatini il 17 aprile 2003, approva all’unanimità la piattaforma per il rinnovo del CCNL.

La piattaforma, arricchita dagli emendamenti emersi dalla consultazione di migliaia di lavoratrici e lavoratori, ribadisce nei suoi contenuti, la centralità e l’unicità del CCNL ed il rafforzamento e la qualificazione della contrattazione di secondo livello, aziendale e territoriale.

L’assemblea sostiene con forza le richieste formulate in piattaforma: dal capitolo delle relazioni sindacali e diritti di informazione, a quelli dei diritti individuali e collettivi, al mercato del lavoro, alla bilateralità, all’orario, al salario, nella convinzione che è necessario un maggior controllo sindacale dei processi di riorganizzazione in atto nel settore. L’assemblea, partendo dal rifiuto della precarizzazione dei rapporti di lavoro, ritiene indispensabile il governo del mercato del lavoro, la contrattazione delle flessibilità, l’allargamento e l’estensione delle tutele dei lavoratori e delle lavoratrici, con particolare riferimento ai piu’ deboli.
La stessa richiesta salariale pari a 107 euro, da erogarsi nel corso del primo biennio, riconferma la volontà di difendere il potere d’acquisto dei salari, rispetto a tassi di inflazione elevati nonchè al passaggio dalla lira all’euro (changer over) che ha prodotto entrate straordinarie per l’intero sistema del terziario. Ciò ha comportato un aumento significativo dei costi sopportati dalle famiglie dei lavoratori e delle lavoratrici.

L’assemblea sottolinea la necessità di porre particolare attenzione alle tipologie d’impiego piu’ deboli, quali i collaboratori coordinati continuativi-occasionali, marchandiser, promoter, ecc., affinchè il negoziato consenta di definire norme e condizioni economiche analoghe a quelli ottenuti dalle figure professionali storiche.

La piattaforma riconferma il ruolo centrale delle Rappresentanze Sindacali (RSA-RSU), quale condizione necessaria per garantire lo sviluppo della contrattazione e della presenza del sindacato nei luoghi di lavoro, a difesa e per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro.

L’assemblea nazionale esprime soddisfazione per lo spirito e l’impegno unitario con cui si è arrivati al varo della piattaforma e sottolinea la necessità e l’importanza di proseguire con la stessa compattezza, nella fase delicata e difficile che contraddistinguerà il negoziato, al fine di arrivare velocemente ad una conclusione positiva del rinnovo del contratto. Ciò in considerazione delle attuali posizioni della Confcommercio che punta, tra l’altro, alla deregolamentazione del mercato del lavoro in sintonia con gli attuali provvedimenti legislativi del governo.

Tale atteggiamento irresponsabile si è palesemente dimostrato al tavolo del rinnovo del CCNL dei lavoratori del Turismo fermo ormai da 1 anno e mezzo. L’assemblea nazionale esprime preoccupazione per il perdurare di questa situazione e solidarizza con i lavoratori impegnati nella lotta per la conclusione di questa vertenza.

Montecatini 17 aprile 2003