Distribuzione, il gruppo Pam accelera sulle grandi strutture

27/06/2003



      Venerdí 27 Giugno 2003
      Distribuzione, il gruppo Pam accelera sulle grandi strutture


      VENEZIA – Un incremento del fatturato che sfiora il 7% nei primi sei mesi del 2003, dopo avere chiuso il 2002 con una crescita complessiva del 2%, premia il massiccio investimento nel settore della distribuzione del Gruppo Pam. Sono stati soprattutto i risultati operativi a dare maggior soddisfazione nel bilancio 2002 al gruppo veneziano: su un fatturato consolidato di 2.244 milioni di euro l’Ebit ha toccato i 49,8 milioni (+57%) e l’Ebitda i 108,2 milioni (+22%). «I quattro segmenti in cui operiamo sono cresciuti tutti bene – dice l’ad Arturo Bastianello -.
      I supermercati Pam hanno oltrepassato la soglia del miliardo di fatturato con Ebit a 20,7 milioni; gli ipermercati Panorama sono a 705 milioni e un Ebit a 15,4 milioni che cresce del 124%; i discount In’s hanno fatturato 370 milioni e l’Ebit è cresciuto del 91% a 7 milioni; mentre anche il canale di franchising Metà ha raggiunto un Ebit positivo per 2 milioni su un fatturato di 120». «È la conferma – aggiunge il consigliere delegato Salvatore Dina – di scelte azzeccate: il nostro obiettivo rimane quello di essere sempre più punto di riferimento nei mercati in cui lavoriamo».
      Gran parte dell’investimento di un miliardo di euro su base triennale la sta assorbendo Panorama, con restyling e nuovi ipermercati: quello di Roma Boccea sarà inaugurato a inizio 2004 mentre in questi giorni è stata firmata la concessione per Roma Lunghezza, il più grande centro commerciale italiano.
      Pam prevede tre nuove aperture, In’s e Metà ne stanno pianificando una trentina. «L’avvio del 2003 è stato positivo – sottolinea Bastianello – anche perchè non abbiamo riversato sulla clientela gli aumenti praticati dalle aziende produttrici, siamo intervenuti sui margini, in attesa di un riequilibrio del settore».

      C.PAS.