Distribuzione Cooperativa, esito incontro 23/06/2011

Roma, 27 giugno 2011


Il giorno 23 Giugno 2011 come da programma si è svolto l’incontro per la trattativa del CCNL della distribuzione cooperativa.

Le cooperative ci hanno presentato dei testi sul part-time, ancora una volta insoddisfacenti, perché troppo sbilanciati verso le esigenze di flessibilità delle imprese.

Come concordato nel coordinamento nazionale del 22 Giugno la Filcams CGIL ha dichiarato la sua netta contrarietà ad una impostazione del tavolo che continua a presentare le sole istanze delle imprese cooperative, ignorando completamente le esigenze dei lavoratori da noi presentate.

Abbiamo quindi chiesto che le cooperative ritirino dal tavolo i temi che per noi sono completamente irricevibili e che quindi non permettono di proseguire verso un accordo unitario. La Filcams non è disponibile a trattare di:

      trattamento della malattia,

      deroghe al CCNL,

      doppi regimi di trattamenti economici e normativi tra vecchi e nuovi assunti,

      riduzione del II livello di contrattazione.

Le cooperative hanno dichiarato di non poter accogliere la nostra richiesta in quanto la competizione del mercato e la crisi, nonché l’accordo siglato in Confcommercio, che ha ulteriormente aumentato il divario dei costi dei due contratti, hanno fatto nascere la necessità di ridurre il costo del lavoro in modo sostanziale.

Abbiamo ribadito che non siamo disponibili ad affrontare una trattativa che si pone come unico obiettivo quello di ridurre il costo del lavoro attraverso una riduzione di salario e diritti.

A questo punto, confermando le 8 sciopero da effettuarsi entro il 10 di Luglio, riteniamo opportuno che vengano promosse tutte le iniziative utili alla riuscita dello sciopero e quindi a supporto della trattativa che riprenderà nei giorni 7 e 8 Luglio 2011.

la Filcams CGIL

Carlini/Sgargi/Di Labio