DISSÒCIATI, LA CAMPAGNA DI FERMA A SALERNO

25/11/2011

26 novembre 2011

Dissòciati, la campagna di ferma a Salerno

Sabato 26 novembre, dalle ore 16.30 le categorie Nidil e Filcams Cgil di Salerno, saranno presenti in piazza Caduti Civili di Brescia nel quartiere Pastena a Salerno, per lanciare la campagna nazionale “Dissociàti”.
La campagna è indirizzata a quei lavoratori che hanno sottoscritto un contratto di “associazione in partecipazione”, dove il datore di lavoro attribuisce al lavoratore il diritto ad una partecipazione agli “utili” e alle “perdite” della propria impresa dietro il corrispettivo di un apporto in termini di lavoro da parte dell’associato. L’intenzione delle due categorie CGIL è denunciare l’abuso di questa tipologia contrattuale; l’utilizzo dell’associazione in partecipazione, in sostituzione del regolare contratto di lavoro dipendente, priva commesse e commessi di molti diritti.
Alcuni dati segnalano che un associato in partecipazione nella provincia di Salerno in media ha uno stipendio mensile pari a 640euro, nella maggior parte dei casi lavorando 8 o più ore al giorno.
Sotto la dicitura “associato” si nasconde l’elusione delle norme di tutela dei lavoratori e soprattutto li si mette in condizioni di rischio economico evidente, dovendo partecipare anche alle “perdite” dell’impresa.
Filcams e Nidil allestiranno un gazebo in Piazza Caduti Civili di Brescia, dove verrà distribuito materiale informativo per sensibilizzare i lavoratori, i giovani precari, i cittadini/utenti.
L’iniziativa ha soprattutto l’obiettivo di raccogliere le segnalazione dei lavoratori in merito alle aziende che abusano del contratto di “associazione in partecipazione” e di comunicare al lavoratore quale potrebbe essere la sua vera retribuzione nel caso venisse applicato il contratto del commercio.
Nidil e Filcams Cgil di Salerno comunicano che sarà possibile segnalare gli abusi e raccontare la propria storia anche scrivendo a: salerno@nidil.cgil.it e info@salernofilcams.it oppure rivolgendosi alle sedi territoriali della CGIL.

dissociati.it