Dichiarazione finale della Conferenza Sociale Congiunta





Bruxelles: la dichiarazione finale della Conferenza Sociale Congiunta
17/04/2012

A conclusione della seconda Conferenza Sociale Congiunta che si è tenuta alla CES a Bruxelles a fine marzo è stato approvata una dichiarazione comune che riassume il lavoro e le proposte dei movimenti e delle organizzazioni sindacali che hanno partecipato ai lavori.

La Conferenza, appuntamento annuale, è stata voluta per cercare un terreno comune e costruire una sede di dialogo e di attività tra i sindacati ed i movimenti sociali. Una attività fatta in questi mesi, congiuntamente, da una serie di organizzazioni sindacali, associazioni, reti e movimenti (dalla Ces alla CGT, dalla CGIL a CSC e FGTB belgi, al Ver.di tedesco, Il CNDR e Cartel Alfa rumeni, Mszosz ungherese, a USO della Spagna, al Romanian Social Forum, a Labor & Globalisation, ad Attak di Francia, Germania, Belgio ed Austria, a Campaign for welfare state della Norvegia, dei Paesi Bassi e della Spagna, agli Amis de la Terre Europe, alla FSU francese, a Seattle to Brusseles, a Solisar platform, a Solidaires e Reseau Ipam/Aitec francese, a Eapn e Eadh europee).

In allegato il testo in italiano.

A cura di Antonio Morandi – Sergio Bassoli