Dichiarazione di Siviglia alla Conferenza Euromediterranea sulle citta’ sostenibili, 21/23 gennaio 1999

DECLARATION OF SEVILLE
(2 – 3 gennaio 1999)

approvata durante la

CONFERENZA EUROMEDITERRANEA SULLE CITTÀ SOSTENIBILI
(21 -23 GENNAIO 1999)

 

Noi, rappresentanti delle città e autorità locali mediterranee e delle associazioni di città riunitesi a per la Conferenza Euromediterranea delle città sostenibili, siamo consapevoli del fatto che questa Conferenza si inquadra nella prospettiva del proseguimento di una duplice dinamica :
quella determinata dal movimento mondiale, nato sotto l’egida delle Nazioni Unite nel giugno 1992, al
Summit della Terra di Rio e continuato nel giugno 1996 al Summit delle Città (Habitat II) a Istanbul;

e quella sorta in Europa, con il sostegno della Commissione Europea (DG XI), a Aalborg, nel maggio 1994, con la firma della Carta che porta lo stesso nome, seguita dalla Conferenza mediterranea sull’Agenda 21 Locale a Roma nel novembre 1995.

In base a tale constatazione e consci del ruolo già assunto dalle città e dagli Stati della regione mediterranea, noi, città e comuni mediterranei dichiariamo:

l’esistenza di una nostra propria identità e ricordiamo che dalle epoche più remote, il bacino mediterraneo è stato il luogo di incontri di popoli e di culture provenienti dall’Africa, dal Medio Oriente e dall’Europa e la porta insostituibile del Medio Oriente e dell’Estremo Oriente. Culla delle civiltà, ne rappresenta il miglior crogiolo e si identifica pienamente con il ruolo millenario e fondamentale svolto dalla Città

che l’ecoregione mediterranea non potrà conoscere uno sviluppo sostenibile senza un’economia stabile

che le autorità locali, proprio perché sono le più vicine alla popolazione, devono essere i partner privilegiati degli Stati nell’elaborazione e l’attuazione delle politiche di sviluppo sostenibile.

che il futuro di questa regione non potrà venir costruito senza che siano associate le popolazioni, mediante il rafforzamento della democrazia locale e la partecipazione.

le possibilità offerte alle autorità locali dai programmi regionali dell’Unione Europea, il partenariato Euromediterraneo (SMAP), il programma LIFE- paesi terzi, nonché il programma di Assistenza Tecnica per la tutela dell’Ambiente (METAP).

Ci impegniamo:

AD INTENSIFICARE questa Campagna insieme a tutti i protagonisti attivi nel Bacino Mediterraneo

A PROMUOVERE con qualsiasi mezzo i processi partecipativi e ad attuare dei piani di azione locali a favore dello sviluppo sostenibile, quali le Agende 21 locali.

A SVILUPPARE delle iniziative comuni tra città nei settori chiave, come la pianificazione urbana, l’alloggio, la povertà urbana, la sanità, la conservazione dei centri storici , il turismo, l’eredità culturale, l’acqua, i rifiuti, l’energia e i trasporti

A RISPETTARE la diversità culturale ed etnica del Bacino del Mediterraneo.

Per avere la dichiarazione al completo in inglese:
http://www.gencat.es/mediamb/eng/sosten/sevilla.htm