Dichiarazione delle Segreterie Nazionali Filcams, Fisascat e Uiltucs su accordo prezzi

DICHIARAZIONE DELLE SEGRETERIE NAZIONALI
FILCAMS/CGIL FISASCAT/CISL UILTuCS/UIL

In relazione all’intesa raggiunta tra il Ministro Marzano e le organizzazione della Grande Distribuzione, i sindacati dei lavoratori del commercio esprimono le seguenti considerazioni:

1. premesso che la misura del blocco dei prezzi riguarda solo il 14% del volume d’affari della grande distribuzione, quindi solo circa il 10% scarso dei consumi alimentari italiani, e che perciò appare misura più propagandistica che non in grado di incidere realmente sul che contenimento della dinamica inflativa;
2. premesso inoltre che tale misura appare a dir poco tardiva alla luce degli incrementi dei prezzi dei prodotti di largo e generale consumi realizzatisi negli ultimi 20 mesi, anche nelle catene della Grande Distribuzione;
3. la prospettata ulteriore estensione degli orari commerciali, da cui deriverebbero ricadute negative sulle condizioni di vita e di lavoro degli addetti, non solo non ha effetti positivi sulla dinamica dei prezzi, ma assumerebbe il carattere di un ulteriore regalo alle imprese della Grande Distribuzione nella competizione commerciale nei confronti della piccola e media impresa;
4. le OO.SS. Filcams, Fisascat, Uiltucs, in ragione di ciò, riservandosi di declinare in modo più compiuto il proprio giudizio negativo rispetto alle “ulteriori flessibilità” degli orari commerciali una volta conosciuto il merito del provvedimento, confermano la loro contrarietà ad un provvedimento che va nella direzione del peggioramento delle condizioni di lavoro dei lavoratori e delle lavoratrici del commercio e la loro determinazione a mettere in atto azioni idonee a contrastare tale scelta.

Al termine delle due giornate di dibattito del 16 settembre, con l’Assemblea Nazionale dei delegati e dei quadri della Cooperazione, e del 17 settembre, con l’Assemblea Nazionale dei delegati e dei quadri del Terziario, le Segreterie Nazionali invitano le strutture territoriali a realizzate un’ampia consultazione tra i lavoratori sui due contratti, per la loro approvazione nei tempo già indicati, entro il mese di ottobre, al fine di procedere rapidamente alla stesura ed alla firma definitiva dei CCNL.

Roma, 17 settembre 2004