Dichiarazione del Presidente dell’AFL-CIO John J.Sweeney sulla tragedia del 11 settembre 2001

I lavoratori e i sindacati americani sono adirati e scioccati per il vigliacco atto terroristico di ieri contro cittadini americani. Condanniamo l’attacco e siamo pienamente vicini al Presidente e al governo della nostra nazione in questo momento di crisi nazionale. Affermiamo il nostro totale sostegno ai valori democratici americani qui e in tutto il mondo, e crediamo che debbano in ogni modo essere prese misure contro i responsabili di questo orrore. Sosterremo interamente l’appropriata risposta americana.

I nostri cuori e le nostre preghiere vanno alle migliaia dei nostri cittadini morti o feriti e alle loro famiglie. Piangiamo coloro che sono morti nello svolgimento del loro lavoro, sia durante le operazioni di soccorso che negli uffici o sugli aeroplani, le centinaia di lavoratori della pubblica sicurezza, i vigili del fuoco, i poliziotti, il personale medico e di soccorso, i piloti, gli assistenti di volo, gli impiegati e tutti gli altri, così come i membri delle forze armate e gli impiegati pubblici che sono stati obiettivo di questi attacchi.

Gli iscritti al sindacato sono già in azione per dare aiuto nelle operazioni di salvataggio e l’AFL-CIO e i nostri sindacati faranno tutto il possibile per assistere le instancabili operazioni di salvataggio e di soccorso medico dei feriti.

Ho chiamato il Presidente Bush per esprimergli il pieno sostegno dell’AFL-CIO in questa crisi e per offrirgli tutta l’assistenza del movimento dei lavoratori.

Ho parlato con i dirigenti dei sindacati i cui iscritti sono stati direttamente colpiti da questa tragedia. Condividono il mio sdegno e la mia determinazione a dare il pieno sostegno alle operazioni di salvataggio e di cura.

E’ impossibile immaginare un evento che abbia una maggiore capacità di condurre gli americani all’unità e all’azione. Nessun cittadino non è stato colpito. In tutto il paese tutti i lavoratori vogliono sapere cosa possono fare per aiutare. Al di là del senso di dolore e di perdita nazionale causato da questo terribile orrore, dobbiamo dare origine a un rinnovamento della nostra comunità nazionale.

L’AFL-CIO sollecita tutti i suoi membri ad aiutare in qualsiasi modo, specialmente donando sangue. Stiamo lavorando con la Croce Rossa americana per facilitare le donazioni di sangue in tutto il paese.

La rete dei servizi per la comunità dell’AFL-CIO di New York e di Washington D.C. saranno pienamente impegnate nell’assistenza necessaria, dando sostegno ai soccorritori e ai volontari.

Il Fondo comunitario sindacale dell’AFL-CIO ha emesso un appello per assistere chi si trova in maggiore stato di necessità e ha istituito un fondo speciale per raccogliere donazioni delle famiglie dei lavoratori americani.

Anche se noi denunciamo quest’atto dobbiamo ricordare che si tratta di un atto di terrorismo, non di un attacco arabo e rifiutiamo ogni rappresaglia o discriminazione anti araba.

E’ ora il tempo di rinnovare i valori che ci legano come nazione.

America è una società democratica e aperta, basata su valori universali di libertà e di dignità umana. Nessun atto di terrorismo minerà questi valori. Nessun sacrificio è troppo grande per gli americani per difendere questi valori. I cittadini ed i lavoratori americani sono uniti nel comune eterno supporto alla democrazia americana.

John J. Sweeney

12 settembre 2001