Dell’Aringa: Isfol garante della sperimentazione

28/11/2001

Il Sole 24 ORE.com




    Dell’Aringa: Isfol garante della sperimentazione
    ROMA – Un’autocandidatura per le sperimentazioni sull’articolo 18. E un messaggio di ottimismo sul tasso di occupazione che potrebbe sfiorare l’obiettivo del 60% indicato dal Governo nel Dpef «è possibile raggiungerlo». A dirlo è stato ieri il commissario straordinario dell’Isfol, Carlo Dell’Aringa, presentando il rapporto annuale dell’Istituto. Quanto al 2002 «nessun istituto prevede una caduta dell’occupazione», anche se non si esclude che vi possono essere «cadute temporanee nei prossimi due o tre trimestri». Ma l’Isfol lancia il decentramento contrattuale. «L’offerta può essere stimolata anche con salari e stipendi più elevati – ha detto Dell’Aringa – solo nelle zone territoriali dove l’offerta è scarsa e non nelle altre zone del Paese dove è invece la domanda di lavoro a essere bassa. Un’articolazione delle relazioni sindacali e della contrattazione sul territorio può stimolare l’offerta, rispettando le esigenze di diversi mercati locali del lavoro». Sulla riforma dell’articolo 18, nelle tre diverse sperimentazioni, l’Isfol è interessato a candidarsi per condurre in prima battuta la riforma sui licenziamenti. «Qualora si trovasse un accordo per fare una sperimentazione – ha detto Dell’Aringa – in questo caso l’Isfol si candiderebbe per condurre al meglio questo esperimento di carattere sociale». Dell’Aringa ha inoltre ribadito come nella sua natura l’Isfol sia un istituto del governo che ha sempre collaborato con le parti sociali, ed ha auspicato che in merito al nodo spinoso dell’articolo 18 il governo trovi presto un accordo con le parti sociali.
    Mercoledí 28 Novembre 2001
 
|
Tutti i diritti riservati © 24 ORE NetWeb S.p.A.