Data Management, esito incontro 18/02/2010

COMUNICATO SINDACALE
Esito Incontro Data Management SpA

In data 18 Febbraio 2010 si è tenuto il previsto incontro con la Direzione Data Management per effettuare un’analisi della situazione attuale e delle prospettive dell’impresa, tenuto conto della fase di difficoltà economica che da tempo la stessa sta attraversando, e che si è aggravata ulteriormente nel 2009.

Come OOSS abbiamo posto con forza la necessità di poter confrontarci su un piano industriale compiuto di medio e lungo periodo, perché il senso di incertezza sta creando, in tutte le unità operative, un clima negativo fra gli addetti. Lo stesso reiterato utilizzo della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria seppur riguardante un bacino potenziale massimo di soli 19 lavoratori, e’ stato percepito come un mero strumento di abbattimento di costo e, nelle modalità gestionali, vissuto dai diretti interessati, come punitivo.

Coerentemente abbiamo subordinato un’ulteriore proroga della CIGO alla presentazione del progetto di riorganizzazione e del piano commerciale, ribadendo la necessità di rafforzare il livello di confronto con delegati e strutture territoriali per affrontare le problematiche individuali legate alla gestione quotidiana della CIGO.

Lo stesso stato di agitazione della sede milanese di Agrate, rappresenta un segnale di un malessere riconducibile ad una non sufficiente dinamica di relazioni sindacali a livello decentrato.
Data Management ha comunicato la propria intenzione di presentare alle OOSS il piano industriale entro un mese.

Ha motivato il ritardo con cui arriva a questo fondamentale passaggio, spiegando le difficoltà legate alla acquisizione di HR GEST, per la quale è al vaglio un’operazione di fusione per incorporazione.

Il quadro complessivo dell’azienda continua ad essere preoccupante: pur non perdendo clienti, aumentano i tempi di pagamento da parte degli stessi, con conseguenti problemi di liquidità.
In merito all’utilizzo della Cassa Integrazione Ordinaria, per la quale l’azienda ha avanzato formalmente una richiesta di proroga, la direzione ha comunicato che essa già riguarda solamente 10 addetti e che, per il futuro, c’è la volontà di ridurre ulteriormente la platea di lavoratori interessati.

Sullo stato di agitazione deciso dall’assemblea delle maestranze della sede di Agrate, l’azienda ha annunciato l’impegno della Presidenza ad affrontare le problematiche individuali e collettive che lo hanno determinato.

Il prossimo incontro si terrà il 30 marzo 2010 presso la sede di Confcommercio in Roma e sarà decisivo per comprendere le concrete prospettive di Data Management.



Filcams CGIL Fisascat CISL Uiltucs UIL