Damiano: è tempo di rivedere la legge Biagi

25/09/2006
    domenica 24 settembre 2006

    Pagina 13 – Economia & Lavoro

    LAVORO

      Damiano: � tempo di rivedere la legge Biagi

        Posto fisso. Rivedere la legge Biagi e tornare a far prevalere il rapporto di lavoro a tempo indeterminato. A riaffermarlo � stato il ministro del Lavoro, Cesare Damiano, che ha precisato come, dopo la Finanziaria, il governo sia intenzionato ad istituire �un grande tavolo di concertazione per le riforme del mercato del lavoro�.

        �Il tavolo – ha spiegato Damiano, nel corso di un incontro a Brescia – affronter� tutti gli argomenti del mercato del lavoro: dai problemi relativi al part time alla cessione del ramo d’impresa, dagli appalti di opere e servizi alla legge 30, ma soprattutto gli ammortizzatori sociali�. Con un obiettivo preciso: dotare il mercato del lavoro di ammortizzatori adatti ai cambiamenti avvenuti negli ultimi anni. E visto che dal mercato del lavoro, oggi, rischiano di rimanere fuori determinati tipi di lavoratori precari che nelle fasi di transito hanno bisogno di adeguate protezioni. Il che, in altre parole, secondo il ministro significa tornare a far prevalere il lavoro a tempo indeterminato, oggi, ormai sotto il 46 per cento.

        In questo quadro il ministro � tornato a puntare il dito sulla legge 30 (altrimenti denominata �legge Biagi�), che, afferma,�dovr� essere rivista�. Il ministro del Lavoro – che ha ribadito la proposta avanzata sul cuneo fiscale ed � tornato a negare di aver mai pensato ad un innalzamento a 62 anni dell’et� pensionabile – ha poi giudicato �interessante� la proposta del presidente di Confindustria, Luca di Montezemolo, che ha rilanciato l’esigenza di una nuova concertazione, o di un nuovo �patto per la produttivit�, come lo ha definito.