DAL SITO LOTUS: LA COMUNICAZIONE TRA LE SEDI IN CGIL E FILCAMS

06/03/2001

dal sito

.
Ultim’ora: raggiunto l’accordo per i sindacati CGIL e Filcams!

.



Abilitare la comunicazione tra
le sedi, fornire strumenti
di lavoro ad associati e
professionisti del settore,
favorire la collaborazione e
lo scambio interaziendale
dei dipendenti su questioni
contrattuali e non solo:
ecco come la piattaforma
Lotus Domino entra nel mondo
del sindacalismo italiano e
del diritto del lavoro

CGIL Emilia Romagna

INFO Software

Il mondo italiano dei sindacati si deve confrontare con una struttura fatta di tante sedi regionali e locali, ognuna con una forte autonomia e con connotazioni caratteristiche, legate alla sua posizione geografica, alla storia particolare e a alle persone – sindacalisti e volontari – che l’hanno fatta nascere e tuttora vi lavorano.
Al di là dei tanti vantaggi, alcuni problemi per questo modello di organizzazione emergono quando si tenta di costruire una infrastruttura tecnologica che metta in comunicazione i sistemi informativi delle singole sedi: ambienti non omogenei, poco spazio per pensare ad una standardizzazione.


Nel 1997
CGIL Emilia Romagna si trovava proprio in questa situazione, e davanti alla necessità imprescindibile di comunicazione interna, scelse Lotus Domino e Notes, per realizzare un sistema di posta elettronica efficiente, ma soprattutto una vera sovrastruttura, capace di adattarsi ai diversi contesti e – negli anni – di supportare in modo indolore la migrazione da Netware a Windows NT. Non a caso ancora oggi CGIL Emilia Romagna e Toscana adottano sistemi Lotus, con migliaia di client attivi.

Filcams CGIL è la Federazione Italiana Lavoratori Commercio Turismo e Industria, affiliata alla stessa CGIL, con cui condivide le problematiche di comunicazione. E anche Filcams ha optato per una infrastruttura Domino, particolarmente orientata alla condivisione interna delle informazioni e alla loro pubblicazione su web.

E’ stato creato un solo database principale, che racchiude tutta la knowledge base, con cifre di rilievo: 1.800 documenti vari, 900 modelli di contratti integrativi, 3.700 schede di aziende, per lo più recuperati dall’archivio cartaceo… Tutto questo materiale è disponibile agli interni su Intranet e, in parte, ai navigatori del sito;
infatti il database di gestione integra già tutte le opzioni di pubblicazione e viene gestito con facilità direttamente dalla segreteria centrale e dalle sedi locali, insieme al brevissimo workflow di approvazione.

Non solo archivio, però.

INFO Software, il Lotus Business Partner di Reggio Emilia che ha realizzato l’applicazione, ha scelto Lotus Domino anche per tutta una serie di applicazioni destinate alla prenotazione delle sale e alla agenda condivisa delle riunioni, dei consigli direttivi e degli impegni sindacali: una agenda, compilata dalla segreteria, che aggiorna automaticamente gli interessati con un e-mail quotidiano.

Il sindacalismo vero, però, deve emergere nelle attività al servizio diretto degli associati.
Per questo Filcams si è domandata come ottimizzare l’introduzione delle tecnologie di collaborazione in un modello più evoluto. E in quest’ottica è nato il progetto dedicato alle aziende, ovvero ai loro dipendenti: siti aziendali gestiti da Filcams con la collaborazione dei delegati e dei lavoratori delle aziende a rete. E’ qui che ogni lavoratore può trovare (ma anche dare) risposte e soluzioni a ciò che succede in azienda – nella sua.


I primi progetti attivi riguardano catene simili tra loro:
Autogrill, Brek e McDonald’s
Sono aree informative specifiche, che raccolgono i contratti aziendali ma anche le informazioni sul mobbing o le rappresentanze sindacali. Il confronto è possibile nei forum, mentre il sito può diventare il centro di coordinamento di svariate attività, come nel caso degli scioperi nei fast food McDonald’s che hanno riempito le cronache dello scorso autunno.


Le redazioni aziendali oggi accedono a questi siti con log-in da un semplice browser, per inserire autonomamente i contenuti (testi, immagini, documenti); a breve, dopo l’opportuna formazione, potranno intervenire anche sulle scelte grafiche – gestendo quindi totalmente il sito – senza essere necessariamente dei professionisti, grazie alla semplicità di Lotus Designer.


"Oggi i servizi e i tempi di risposta di Filcams CGIL hanno visto i primi miglioramenti apportati dalle tecnologie Lotus", afferma Claudio Piccinini, di INFO Software. "Ma questo è solo l’inizio! Nuovi siti aziendali sono già in costruzione, e stiamo valutando l’introduzione di nuove tecnologie: streaming audio-video per i reportage dei convegni; e-commerce per l’iscrizione al sindacato; Lotus LearningSpace per la formazione a tutti i livelli, interni e non; Lotus Sametime per la collaborazione realtime".


CGIL e Filcams hanno dunque raggiunto l’accordo: si chiama Lotus…