CRISI CIT: IL COMITATO ESECUTIVO DI GARANZIA E I SINDACATI CHIEDONO UN INCONTRO URGENTE AL MINISTRO SCAJOLA E AL SOTTOSEGRETARIO LETTA

10/05/2005

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

10 maggio 2005

CRISI CIT: IL COMITATO ESECUTIVO DI GARANZIA E I SINDACATI CHIEDONO UN INCONTRO URGENTE AL MINISTRO SCAJOLA E AL SOTTOSEGRETARIO LETTA

«Stante il permanere di uno stato di gravissima crisi aziendale, gli scriventi chiedono un urgente incontro». Questa la richiesta allarmata che il Comitato esecutivo di garanzia della Cit, Compagnia italiana turismo, e le segreterie nazionali di Filcams Fisascat Uiltucs, coadiuvate da una delegazione di strutture sindacali territoriali e aziendali, hanno inviato al ministro delle Attività produttive, Claudio Scajola, e al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta.

Le due lettere sono partite al termine dell’incontro tenuto per verificare la condizione della compagnia.

«Preso atto della difficile situazione finanziaria e gestionale – scrivono Comitato esecutivo e sindacalisti – che tra l’altro comporta a tutt’oggi il tardato pagamento degli stipendi pari a 3 mesi, il Comitato esecutivo di garanzia si impegna a presentare istanze per ottenere nell’immediato finanziamenti finalizzati al salvataggio aziendale, alla ristrutturazione e al rilancio del gruppo Cit.

«Il Comitato esecutivo si impegna a erogare in via prioritaria le competenze dei dipendenti».

Nella delegazione sindacale la tensione è palpabile.

«Noi siamo pronti ai picchettaggi e ai presidi permanenti davanti a palazzo Chigi e alle altre sedi istituzionali se entro una settimana il ministro e il sottosegretario non ci avranno convocati».