Covid-19: siglato il Patto per l’occupazione per i lavoratori e le imprese dei pubblici esercizi

11/03/2021
Roma, zona gialla: bar e ristoranti sono di nuovo aperti al pubblico

È stato siglato il “Patto per l’occupazione per i lavoratori e le imprese dei pubblici esercizi, ristorazione collettiva, ristorazione commerciale, turismo ed intrattenimento danneggiati dalle conseguenze dell’epidemia Covid 19”

Scarica il Patto per l’occupazione

Filcams, Fisascat e Uiltucs e le Associazioni datoriali sottoscrittrici il Contratto Nazionale della “ristorazione” (Fipe, Angem, Legacoop, Confcooperative, Agci) hanno inviato al Governo la richiesta di misure ed interventi finalizzati alla salvaguardia dell’occupazione e l’avvio di un confronto con i Ministeri competenti su stato e prospettive del comparto.

“Come è noto” scrivono nella lettera al Governo “questi settori sono purtroppo tra quelli che più di altri hanno subito e stanno subendo le più gravi conseguenze da questa situazione. La ripresa, che si annunciava lenta, si sta manifestando in tutte le sue più fosche previsioni. Senza contare che vi sono interi settori, come ad esempio tutto il mondo dell’intrattenimento e del banqueting che sono in perenne lockdown dal marzo scorso e per i quali non si intravede una prospettiva di ripartenza.”

“Vi chiediamo quindi la disponibilità ad un incontro urgente al fine di elaborare insieme un piano organico di interventi per le imprese e i lavoratori dei pubblici esercizi, della ristorazione commerciale e collettiva, dell’intrattenimento e del turismo, che contribuiscono in modo determinante all’economia e all’immagine del Paese, nonché al successo delle filiere strategiche legate al turismo e all’agroalimentare italiani.”