Corriere Romagna 15 dicembre 2001, Sciopero alla Giacomelli Sport

Corriere Romagna, sabato 15 dicembre 2001

"I Sindacati sono preoccupati per i 26 dipendenti della Sacramora che ha venduto Goccia Blu"

Sciopero alla Giacomelli Sport

Rimini- Sindacati contro la Giacomelli Sport. Filcams-CGIL, Fisascat-CISL, e Uiltucs-UIL hanno indetto 3 giornate di sciopero nelle prossime 3 domeniche (domani, l’antivigilia di Natale e il £0 dicembre), cui si aggiungerà il blocco degli straordinari. Motivo principale, il trattamento economico, ritenuto non adeguato, proprio dei festivi. I dipendenti dei negozi della notissima catena sportiva riceverebbero infatti una maggiorazione, sul normale stipendio, del 30% come da contratto nazionale, mentre non sarebbe mai stato applicato il contratto aziendale. Ma i motivi di scontro tra sindacati e la dirigenza del colosso riminese, non si fermano qui. In un comunicano si parla di difficoltà nella discussione relativa alla applicazione della 626 per la sicurezza sul lavoro. Un esempio riminese? “ ;L’uscita di sicurezza del negozio riminese è situata su un parcheggio – spiega Alberto Renzi, di Filcams-CGIL di Rimini – per cui se qualcuno ferma l’auto lì davanti non si riesce a uscire” ;. I dipendenti riminesi della Giacomelli sono un centinaio, dei quali 23 coinvolti nello sciopero, in quanto dipendenti del negozio ( gli altri sono impiegati), l’80% dei quali part-time. Forte preoccupazione c’è ; anche per i 26 dipendenti della Sacramora, in seguito alla vendita del marchio Goccia Blu, come comunica Flai-CGIL con un comunicato di Mauro Rossi. Il passaggio di proprietà comporterebbe infatti la chiusura dello stabilimento, con un destino quanto mai incerto per i lavoratori. Che però ringraziano per il panettone che, quest’anno, sarà amarissimo.