Copra di Piacenza punta alla Gama

07/11/2005

    domenica 6 novembre 2005

      Pagina 15 – Aziende e Affari

        Due proposte d’acquisto. Sindacati: una è seria

          Copra di Piacenza punta alla Gama

            Previste la tutela dei posti e la sede a San Giovanni

              Nuova tappa nella vicenda del crack di Gama, azienda di catering di San Giovanni Lupatoto. Venerdì il commissario straordinario dell’azienda, Luigi Barbieri, è stata data alle rappresentanze sindacali copia del verbale dell’apertura delle buste per l’offerta di acquisto della Gama spa, ora in amministrazione straordinaria.

              Delle due offerte pervenuti quella della Copra – Ristorazione Servizi Coop. con sede a Piacenza, è risultata più concreta sia perché accompagnata dal diposito di 500 mila euro, sia perché prevede oltre alla garanzia dei livelli occupazionali anche il mantenimento della sede storica a San Giovanni Lupatoto.

              L’Ugl ha subito appoggiato l’iniziativa e ha chiesto ch «tutte le attività proseguato per giungere ad un accordo definitivo che ha già ottenuto il parere positivo del Comitato di Sorveglianza. Si attende ora l’assenso da parte del ministero delle Attività produttive infine le organizzazioni sindacali dovranno sedere al tavolo per definire la parte delle tutele per i dipendenti.

              Ora il commissario Barbieri si dichiara soddisfatto anche se rimangono questioni da sciogliere come le molte cause civili pendenti. «Il più è fatto – ha detto nei giorni scorsi Barbieri -, quando sono entrato in Gama quest’azienda registrava una perdita di circa due milioni di euro al mese. Abbiamo chiuso lo scorso mese di settembre in pareggio e quello di ottobre lo finiremo addirittura in territorio positivo. La Gama ora è produttiva, è un’azienda nella quale investire, non è più in perdita. È un’azienda del genere è appetibile, commecialmente parlando»..