Coopservice pensa in grande

26/09/2003

ItaliaOggi (Aziende e Affari)
Numero
228, pag. 14 del 26/9/2003



Il presidente Rinaldini annuncia nuove fusioni e certificazioni per l’azienda.

Coopservice pensa in grande

Anche con le controllate fatturato ’04 a 300 mln

Coopservice cresce rivelando la nuova veste di grande gruppo leader di mercato.

La cooperativa, le cui attività vanno dalla pulizia e igiene ambientale alla gestione tecnica di immobili e impianti, conta oggi 10 mila addetti e stima per il 2004 un fatturato consolidato superiore ai 300 milioni di euro, direttamente o attraverso le proprie controllate.

Fra queste spicca, per dimensioni e importanza strategica, Servizi Italia (80 milioni di fatturato, 1.200 dipendenti), la principale impresa italiana di lavaggio e gestione della biancheria ospedaliera, la cui acquisizione ha consentito a Coopservice di rafforzare la propria presenza in un segmento di mercato strategico come quello dei servizi ausiliari in ambito ospedaliero.

´Grazie alla nuova dimensione di gruppo’, commenta Pierluigi Rinaldini, presidente di Coopservice, ´siamo in grado di affrontare i profondi cambiamenti che in questi anni hanno interessato il mondo dei servizi, un mercato che oggi, dopo una prima fase pionieristica, reclama sempre più la presenza di imprese di grandi dimensioni capaci di operare secondo le modalità dei contratti di global service e del project financing’. Nel corso del prossimo anno, Coopservice si propone di consolidare il livello di sviluppo raggiunto, integrando ulteriormente l’attività delle controllate e perseguendo, contemporaneamente, l’unificazione con altre cooperative di servizi, come quella già prevista con la cooperativa di movimentazione merci Pleiade di Reggio Emilia (180 addetti, 4 milioni di fatturato), unificazione che sarà operativa dal prossimo gennaio. Il tutto, naturalmente, senza perdere il legame con i valori costitutivi di Coopservice.

Anche per questo viene attribuita grande importanza a due nuove certificazioni di qualità (ambientale e certificazione etica), che sono fra gli obiettivi più immediati dell’azienda.

´Si tratta di una decisione’, aggiunge Rinaldini, ´attraverso cui non solo ribadiamo la volontà di preservare i nostri valori costitutivi, ma che fa di quegli stessi valori la bandiera distintiva del nostro modo originale di fare impresa, coniugando lo sviluppo con il rispetto dell’ambiente e la responsabilità sociale’.

Secondo l’indagine nazionale sulla qualità dell’ambiente organizzativo condotta nel 2002 dal Great place to work institute (Gptw) Coopservice si è classificata ´tra le 35 aziende italiane in cui si lavora meglio’, rispetto a un campione di 800 imprese con più di 50 dipendenti, attive in tutti i settori.