Coop replica ad Esselunga «Una campagna scorretta»

27/07/2010

«Da due settimane Esselunga ha scatenato un’offensiva contro Coop con una costosa campagna pubblicitaria sui quotidiani, presentandosi come vittima di trame politico-commerciali ordite a arte da concorrenti che sono ogni giorno impegnati a fronteggiare ben altri problemi, quali ad esempio la crisi dei consumi e le difficoltà in cui si dibattono le famiglie italiane. Storie vecchie, alcune concluse e altre nelle quali sono state ampiamente riconosciute dalla magistratura le ragioni delle Coop. Di nuovo c’è solo un metodo scorretto di fare comunicazione commerciale». Così la Coop ha reagito, in una nota, agli ennesimi attacchi di Esselunga e del suo patron, Bernardo Caprotti. «Se ci si chiede il perchè di questa campagna pubblicitaria, sorge il dubbio – continua Coop – che possa trattarsi di una manovra diversiva, tesa a offuscare l’impatto di un altro comunicato che Esselunga sarà costretta a far pubblicare: la sua condanna, e del suo proprietario, per avere agito in danno di una Coop. E per i prossimi mesi si attendono altri pronunciamenti giudiziari su Esselunga come seguito alle sentenze già intervenute di condanna di dirigenti per trafugamento di informazioni commerciali della Coop».