Coop raddoppia: utili a 300 milioni

05/06/2002




            Nel 2001 i ricavi saliti a quota 9,2 miliardi €
            Coop raddoppia: utili a 300 milioni

            Nicola Dante Basile
            MILANO – Tremila nuovi addetti, che ha portato il totale dei dipendenti Coop a 44mila unità e, soprattutto, un risultato netto volato oltre i 300 milioni di euro. L’entità di per sè è modesta rispetto all’ammontare dei ricavi aggregati 2001, che hanno sfiorato i 9,2 miliardi di euro (+6,1%), ma sono tanti se si tiene conto che nel confronto con quelli dell’esercizio precedente risultano di fatto raddoppiati. Ora, anche se gli utili in casa Coop, come in genere accade nelle cooperative, verranno destinati alle risorse interne, resta il fatto che essi contengono un valore psicologico assai importante. Tanto che il presidente del network, Giorgio Riccioni, a commento dei risultati disaggregati giunti dalle sedi periferiche che compongono il grande puzzle distributivo, ha dichiarato che «il sistema Coop gode di ottima salute». Una situazione, questa, che non coinvolge esclusivamente le vendite, ma anche la base sociale «cresciuta significativamente di oltre 400mila nuovi iscritti, per un totale di 4,7 milioni di soci». Per Coop, dunque, il 2001 non poteva andare meglio (i dettagli di bilancio verranno resi noti in sede di assemblea nazionale, fissata per il 27 giugno), anche perchè si tratta di valori – osservano nella sede romana di via Panaro – cresciuti a parità di superficie espositiva (1.262 punti vendita per 1.136.600 metri quadrati), con nove grandi sedi periferiche che da sole fanno il 90% del fatturato di tutte le 180 cooperative che compongono la struttura di base del network. E se il 2001 è andato bene, il 2002 potrebbe andare anche meglio. «Nei primi tre mesi dell’anno – sostiene Riccioni – le vendite sono andate benissimo, mentre aprile ha avuto una battuta di arresto. Questo ha la sua ragione d’essere nel fatto dell’anticipo di Pasqua: però alla fine del quadrimestre il bilancio parziale segna pur sempre un aumento del 4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno». Le previsioni per fine anno è di crescere di un ulteriore 7,4% e arrivare a un totale ricavi di 9.846 milioni di euro. Un trend di crescita che sicuramente beneficierà anche delle nuove aperture già in rampa di lancio. Coop infatti ha avviato nuovi investimenti molto impegnativi in tutte le aree geografiche dello stivale, in particolare nel Nord Est e Nord Ovest, dove entro il 2003 dovrebbero essere inaugurati cinque nuovi ipermercati, oltre a una serie di supermercati per un ammontare stimato sui 600 milioni di euro. In totale i nuovi megacentri saranno 11, di cui due sorgeranno in Croazia, nei pressi di Zagabria, portando a tre il numero dei centri Coop: il primo è già attivo da pochi mesi e costituisce di fatto del primo passo verso l’internazionalizzazione del gruppo distributivo italiano.

            Mercoledí 05 Giugno 2002