Coop, per i soci lavoratori è partito il riallineamento dell’imponibile

05/02/2002





Circolare Inps sul superamento dello speciale regime contributivo stabilito dal Dpr 602/01Coop, per i soci lavoratori � partito il riallineamento dell’imponibile Maria Rosa Gheido
Cambia dal 1� gennaio 2002 la base imponibile per la determinazione dei contributi dovuti a favore dei soci delle cooperative di lavoro disciplinate dall’articolo 1 del Dpr 30 aprile 1970, n. 602, che svolgono le attivit� elencate al decreto del ministero del Lavoro del 3 dicembre 1999. Si tratta dei soci che forniscono la propria attivit� lavorativa in una serie di attivit� come il facchinaggio, il trasporto di cose e persone, i servizi di guardia, le pulizie, i barbieri, eccetera. Il Dlgs 423/2001 ha infatti stabilito il graduale superamento dello speciale regime contributivo stabilito dallo stesso Dpr 602 per il raggiungimento, nell’arco di un quinquennio, dell’equiparazione della contribuzione versata, per i soci lavoratori, a quella stabilita per i lavoratori dipendenti. Con circolare 33 del 4 febbraio 2002 l’Inps evidenzia che dovr� essere assunto, a base del calcolo di tutti i contributi dovuti per i lavoratori soci degli organismi associativi di cui sopra, un imponibile giornaliero non inferiore all’importo che garantisce, su base annua, l’accredito di 52 settimane di contributi, ai sensi dell’articolo 7 della legge 638/83 e successive modificazioni. L’imponibile non potr� perci� essere inferiore al 40% del trattamento minimo pensionistico del Fondo pensioni lavoratori dipendenti in vigore all’inizio del l’anno. Dal 2003 prende il via il graduale riallineamento calcolato, ai fini dei contributi Ivs, sulla differenza tra l’importo come sopra determinato e il corrispondente minimo contrattuale giornaliero previsto dal Ccnl di riferimento, secondo le seguenti percentuali: 25% per il 2003; 50% per il 2004; 75% per il 2005; 100% per il 2006. Per contributi diversi da quelli Ivs, per gli anni 2003-2006 la base imponibile pu� essere diversa in quanto la gradualit� opera tenendo conto dei minimali di retribuzione giornaliera. Fino al 31 dicembre 2006, le cooperative potranno optare per il pagamento dei contributi sulle retribuzioni effettive, se l’importo delle stesse non sono inferiori al maggior importo fra quello determinato con la gradualit� segnalata e la classe di contribuzione fissata, per ciascun anno, con decreto ministeriale. L’Inps sottolinea, infine, che le cooperative possono versare la contribuzione, ai soli fini Ivs, su imponibili superiori a quelli derivanti dai calcoli di cui sopra e che, in questo caso, le prestazioni saranno commisurate all’entit� dei contributi versati.

Marted� 05 Febbraio 2002