Coop in campo per Rinascente

10/01/2005
    giovedì 30 dicembre 2004

    Nella gara entrano anche le cooperative interessate all’asset Upim, in cordata con Galéries Lafayette

      Coop in campo per Rinascente

        Nell’operazione coinvolto pure Mario Resca, che in questi giorni ha incontrato gli advisor di Unipol

          MILANO • L’asse UnipolCoop, con la discesa in campo del commissario straordinario di Cirio Mario Resca, sarebbe pronto ad allearsi con la cordata formata dalla francese • Galéries Lafayette e dall’olandese Redevco nella corsa verso RinascenteUpim, che Eurofind (partecipata di Ifil) sta cedendo.

          Proprio in questi giorni, malgrado le festività natalizie, sarebbero — secondo indiscrezioni — proseguite le trattative e ieri ci sarebbe stato un incontro tra il presidente di Unipol Giovanni Consorte e Mario Resca volto ad approfondire proprio la tematica Rinascente-Upim.

          Resca sarebbe stato contattato su questo argomento sia dalle Coop sia dalle Galeries Lafayette, per la sua conoscenza approfondita dei meccanismi della grande distribuzione e del retail, anche in virtù dall’esperienza in McDonalds Italia. Se le trattative andranno a buon fine, il sistema CoopUnipol potrebbe fare il suo ingresso nella cordata francoolandese che punta a conquistare i grandi magazzini.

          Alla divisione tessile, del resto, fanno capo 18 magazzini Rinascente e 147 negozi Upim. Galeries Lafayette sarebbe interessata a gestire i megastore Rinascente, in particolare il grande magazzino in piazza del Duomo a Milano che è tra i più redditizi dell’intero gruppo.

          Le Coop sarebbero invece interessate a un disegno industriale per l’asset Upim, coadiuvate in queste strategie da Unipol Merchant e dalla boutique di advisory EnVent, che è da oltre un anno già al fianco del commissario straordinario Resca nelle operazioni di cessione delle società del gruppo Cirio. Nella cordata con CoopUnipol dovrebbe esserci anche l’imprenditore romano Vittorio Casale, immobiliarista che ha già comprato in passato parte del patrimonio della compagnia assicurativa bolognese.

          Galeries Lafayette è affiancata nell’offerta per i grandi magazzini dalla Bnp Paribas, mentre l’olandese Redevco dalla boutique Cofinance & Co.

          Tra le cordate in gara nella corsa verso Rinascente-Upim, ammesse nella short list dall’advisor Lazard, sono in tutto sei i soggetti coinvolti: oltre al raggruppamento Galeries Lafayette—Redevco, quello costituito da Dubai Investments, Villa Moda e Aedes, la cordata Pirelli Re-Deutsche Bank—Investitori Associati—Borletti, l’alleanza tra Beni Stabili e Bc Partners e quella tra Cvc e Morgan Stanley.
          Infine c’è ancora, probabilmente alla ricerca di un’intesa con le altre cordate, il fondo di private equity Pai. L’offerta di Galeries Lafayette—Redevco nella fase preliminare sarebbe stata di circa 850 milioni di euro. La cordata punterebbe ad evidenziare il proprio disegno industriale e l’alleanza con le Coop andrebbe proprio in questa direzione. È inoltre il caso di rilevare come gli stessi soggetti coinvolti nell’operazione (cioè l’asse Coop-Unipol e Resca) avrebbero secondo indiscrezioni esaminato nelle scorse settimane il dossier Esselunga, in attesa di conoscere le intenzioni dell’azionista di maggioranza Bernardo Caprotti.

          CARLO FESTA