Coop Estense, Trattativa rinnovo CIA

Segreterie Nazionali

Roma, 4 marzo 2014

Oggetto: Coop Estense – trattativa rinnovo CIA

Nei giorni passati le organizzazioni sindacali hanno incontrato la dirigenza della cooperativa per verificare alcuni testi dell’eventuale futura ipotesi di accordo, metodo, quello di verificare direttamente dei testi scritti, deciso anche in virtù di quanto accaduto nell’ultima fase di trattativa nello scorso giugno, dove, al di là dei singoli istituti, proprio nei testi proposti dall’azienda si erano evidenziate le maggiori criticità.
Anche in questa fase i punti di distanza riscontrati tra le posizioni sindacali e quelle dell’impresa non sono stati pochi, al contempo è stato però possibile fare un confronto costruttivo che si può ritenere positivo.
In particolare le organizzazioni sindacali hanno preso atto di un effettivo cambio di impostazione da parte dell’impresa che, a differenza delle scorse fasi di trattativa, ha mostrato la volontà di ripristinare il contratto integrativo in tutte le sue parti, cioè con una architettura contrattuale del tutto sovrapponibile a quella dell’integrativo disdettato.
Seppur i singoli istituti siano stati quindi ripristinati, permangono alcune distanze significative nel merito, che in ristretta non è stato possibile approfondire. In particolare, resta ancora da quantificare la maggiorazione del lavoro domenicale e festivo, condividere con quale percorso si sperimenterà l’Istituto periodico di risultato che sostituirà parzialmente le vecchie indennità fisse, nonché stabilire la platea a cui verrà redistribuito la parte di salario variabile che verrà riconosciuto mensilmente su obiettivi di vendita. Nel capitolo sull’organizzazione del lavoro, seppur ripristinato per intero, restano spinose alcune proposte dell’azienda su percorsi di sperimentazione di nuove organizzazioni del lavoro; inoltre resta sul tavolo la nostra richiesta di superamento del part-time annuo di 800 ore per le persone già assunte.
È invece superato il problema relativo al premio aziendale che, come da richiesta sindacale, verrà interamente ripristinato.
Le parti hanno ritenuto quindi indispensabile tornare ad una fase di vera e propria trattativa in plenaria ed è stato programmato un primo incontro per il giorno 10 marzo 2014; altri incontri sono ipotizzati per i giorni 18 e 19 marzo 2014.
Durante la giornata del 10 marzo le organizzazioni sindacali avranno l’occasione di verificare con la propria delegazione il lavoro svolto in queste fasi di ristretta per poi procedere ad una fase di informazione dettagliata verso le lavoratrici e i lavoratori che servirà a verificare se in questi ultimi incontri di trattativa si è fatto un percorso che possa portare ad un rinnovo del contratto integrativo.

Filcams CgilFisascat CislUiltucs Uil
A. Di Labio V. Dell’OreficeI. Veronese