Coop Estense. «Sindacati, fate in fretta»

28/06/2002

La Gazzetta del Mezzogiorno



27 giugno 2002

ipercoop 
Il braccio di ferro va avanti da un anno, secondo le organizzazioni di categoria l’accordo che vuole l’azienda tende a discriminare soprattutto i nuovi assunti

«Sindacati, fate in fretta»

Lavoratori stufi della vertenza, vogliono il contratto
 

Centosettantuno firme in calce a un documento perentorio, scritto in sostanza per invitare i sindacati a far presto a chiudere una trattativa ormai estenuante sul primo contratto integrativo aziendale. I giovani lavoratori dell’Ipercoop tentano, con questa iniziativa, di sbloccare lo stallo che impedisce ormai da un anno l’approdo a un’intesa fra la Coop Estense (la società capofila della catena Ipercoop) e le organizzazioni di categoria Filcams-Cgi, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil. Il braccio di ferro verte proprio sul nuovo contratto di lavoro, visto che tutte le società strumentali (Foip per Foggia) create per la nascita degli ipermercati in Puglia, dovranno adesso confluire nella «casa madre» Coop Estense.
Una trattativa tuttavia alquanto spigolosa, a sentire almeno alcuni commenti sindacali, e in particolar modo quelli della Filcams-Cgil, secondo cui Coop Estense vorrebbe «discriminare i lavoratori del Sud» con quella sua proposta di riconoscere i diritti acquisiti dai lavoratori degli ipercoop dell’Emilia Romagna solo ai pugliesi già in organico, ma non a coloro che dovranno essere assunti con l’apertura del nuovo centro commerciale attiguo a quello già esistente in viale degli Aviatori.
L’iniziativa «spontanea» dei lavoratori, come si legge in una nota, è tuttavia indirizzata solo alle tre sigle sindacali «invitate – si legge – a trovare un accordo per raggiungere quanto prima il traguardo della cooperativa unica».
Le firme a sostegno della richiesta denotano ormai un’impazienza palpabile di quasi tutta la forza-lavoro dell’Ipercoop di Foggia, testimoniata anche dall’attenta cronistoria che fanno a proposito degli incontri conclusisi con un nulla di fatto. In una lettera aperta a Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil i lavoratori scrivono: «Nelle assemblee sindacali del 20 giugno ci avete presentato la proposta di Coop Estense al fine di poter costituire un contratto integrativo che consenta a noi lavoratori di Foip spa di essere finalmente lavoratori di Coop Estense. In questi giorni abbiamo letto queste proposte – scrivono i lavoratori nella lettera ai sindacati – le avete lette anche voi. Ci avete detto che qualora l’azienda avesse messo nero su bianco, ci sarebbero state le condizioni per tornare tutti insieme al tavolo della trattativa. Ebbene: fatelo. Noi lavoratori dell’Ipercoop di Foggia – aggiungono nella nota – chiediamo a tutti i nostri rappresentanti sindacali di ritornare a sedersi al tavolo della trattativa per continuare a discutere, ma soprattutto per trovare un accordo che ci permetta di confluire nel più breve tempo possibile in una cooperativa unica. Vogliamo essere i lavoratori di quello che a breve sarà uno degli ipermercati più belli di Coop Estense: fate in modo che la nostra volontà trovi riscontro».