Coop Estense, riprende il dialogo ma la Cgil diserta l’incontro romano

30/07/2002




MODENA
martedì 30 luglio 2002, S. Pietro Crisologo
   
Coop Estense, riprende il dialogo
ma la Cgil diserta l’incontro romano

Sembrava essersi aperto uno spiraglio dopo le polemiche e lo sciopero delle scorse settimane. Ma lo spiraglio si è subito richiuso perchè al tavolo nazionale di trattative sul rinnovo del contratto di Coop Estense, la Filcams-Cgil non si è presentata.
C’erano gli altri sindacati, c’era l’associazione nazionale delle cooperative di consumatori. Ma la Cgil no.
Stizzita Coop Estense: «Ieri Ancc, Accda e organizzazioni sindacali si sono incontrate, su richiesta di Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, per riprendere le trattative interrotte da oltre un mese. Purtroppo il negoziato non ha potuto riprendere per l’assemza della Filcams Cgil. Coop Estense esprime rammarico per questo ulteriore rinvio, che porta ormai verso i tre anni il ritardo per il rinnovo del contratto integrativo aziendale».
Ma perchè è fallito l’incontro di ieri? Ufficialmente per un problema di date. «Dispiace – osserva Coop Estense – che la Filcams Cgil non abbia voluto dare alcuna disponibilità nè per le date proposte dalle altre organizzazioni sindacali nè per quelle proposte dall’associazione nazionale delle coop di consumatori, e nemmeno abbia voluto avanzare proprie proposte di data, pur sapendo che la cooperativa aveva messo a disposizione la propria agenda per l’intero mese di luglio. Coop Estense ha ribadito che non pone nessuna pregiudiziale sulle soluzioni contrattuali possibili. La proposta presentata per cercare di concludere le trattative entro il 31 luglio mantiene le condizioni acquisite, migliora i trattamenti di tutti i lavoratori e consente anche ai futuri nuovi assunti di percepire il premio aziendale». Per questo Coop Estense «invita Cgil a riprendere il negoziato e a portare proprie proposte positive. Noi le valuteremo con il massimo di disponibilità assumendo come unico metro di giudizio la loro compatibilità con l’esigenza dello sviluppo». Coop Estense «proroga fino al 30 settembre la validità delle proposte avanzate», e attende proposte di date per poter riprendere il negoziato subito dopo le vacanze.