Coop Estense, nuovo rifiuto della Cgil

30/07/2002


30 luglio 2002





FERRARA

Coop Estense, nuovo rifiuto della Cgil
 

  

      Coop Estense: la trattativa per il contratto integrativo stenta riprendere.
      La volontà della cooperativa è dichiarata e la risposta di Fisascat Cisl e Uiltucs Uil è positiva, vista la presenza ieri all’incontro con i vertici aziendali e l’Associazione delle cooperative.
      Ma «purtroppo — cita un documento di Coop Estense — il negoziato non ha potuto riprendere per l’assenza della Filcams Cgil».
      Dopo la rottura al tavolo di trattativa (oltre un mese fa) e lo sciopero di Filcams, Coop Estense «esprime il proprio rammarico per quest’ulteriore rinvio, che porta ormai verso i tre anni di ritardo per il rinnovo. Dispiace in particolare — dice la cooperativa — che la Filcams non abbia voluto dare alcuna disponibilità per le date proposte dai sindacati e dalla Ancc, e nemmeno ne abbia avanzate pur sapendo che la cooperativa aveva messo a disposizione l’intero mese di luglio».
      Coop invita poi la Filcams «a riprendere il negoziato e a portare proprie proposte positive che valuterà con il massimo di disponibilità».
      Dall’incontro è emerso infine l’impegno di Fisascat Cisl e Uiltucs Uil a riportare la Filcams Cgil al tavolo delle trattative.
      «Coop Estense si attende dunque proposte di date, concordate unitariamente, per riprendere il negoziato entro i primi giorni di settembre. Con questa volontà positicva — chiude il documento — Coop ha infatti deciso di proprogare sino al 30 settembre la validità delle proposte già avanzate (che mantengono le condizioni acquisite, migliorano i trattamenti di tutti i lavoratori e consentono anche ai futuri nuovi assunti di percepire il premio aziendale) e di assumere tale data come obiettivo per la firma del contratto».