Coop Estense. Lo scontro sull’Ipercoop

08/07/2002


La Gazzetta del Mezzogiorno

6 luglio 2002

la vertenza
Riprese ieri le trattative, al tavolo solo le due organizzazioni

Lo scontro sull’Ipercoop

Filcams attacca: «Cisl e Uil conquistano solo tessere»
            E’ la vertenza che fa più discutere, quella che vede la Cgil da un lato e Cisl e Uil dall’altro, impegnate a duellarsi sulla trattativa per il contratto integrativo dei lavoratori Ipercoop. La trattativa è ripresa ieri, al tavolo solo Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, ma la Filcams-Cgil continua a dissentire.
            «La coop Estense – sostiene il segretario Salvatore Castrignano – nel tentativo di abbassare il livello della tutela e dei diritti dei lavoratori, sta ottenendo il pieno avallo di Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, impegnate ormai nella vertenza con l’unico obiettivo di "fare deleghe" tra i lavoratori, anche per mezzo di argomentazioni strumentali e di bugie».
            «La Filcams – dice ancora il segretario – ha finora trattato con l’azienda con proposte chiare, partendo da una piattaforma nella quale emergono due peiorità: 1) la difesa dei diritti già conquistati nelle precedenti contrattazioni con Coop Estense, fatte solo dalla Cgil in Emilia Romagna; 2) il miglioramento delle attuali condizioni salariali e normative dei lavoratori pugliesi, oggi protagonisti dello sviluppo e dell’ampliamento di Coop Estense. Ma su queste due priorità l’azienda ha finora fornito risposte vaghe e tutt’altro che positive: quando trattative di questo genere durano tanto tempo, il sindacato non possiede altra arma che la lotta».