Coop Estense e sindacati: «No ai licenziamenti facili»

29/03/2002

 






 
FERRARA
giovedì 28 marzo 2002, S. Sisto
   
L’azienda tutelerà i lavoratori anche se l’art.18 sarà modificato
Coop Estense e sindacati:
«No ai licenziamenti facili»

Sindacati e Coop Estense uniti a difesa dell’articolo 18. L’impegno contro i licenziamenti facili è stato ribadito anche ieri nel corso di un incontro tra il consiglio d’amministrazione della Cooperativa e i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil. Il cda, in particolare, ha assicurato la volontà di rispettare, comunque, i diritti fondamentali dei lavoratori.
Coop Estense si è impegnata infatti a mantenere per i propri lavoratori le tutele dell’articolo 18, nel caso questo venisse modificato dal Governo contro il parere delle organizzazioni sindacali.
Si tratta di una scelta autonoma del Consiglio d’Amministrazione della cooperativa a favore dei propri dipendenti e a sostegno della posizione di Legacoop, la quale invita il Governo ad accantonare le modifiche all’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, per favorire al massimo la ripresa di un dialogo fattivo fra tutte le parti sociali perché, si legge in una nota, «il vero terreno di confronto è quello della costruzione di una moderna legislazione sul lavoro che sappia, tra l’altro, riformare l’insieme degli ammortizzatori sociali anche per renderli più diffusi ed efficaci nell’ambito di un efficiente welfare to work, cioé di un sistema di sicurezza con forti connotati formativi ed occupazionali. È così che si può concretizzare l’obiettivo di un mercato del lavoro più vicino alle esigenze della comeptizione e al tempo stesso più equo».
Nel corso dell’incontro di ieri Coop Estense ha anche proposto alle organizzazioni di categoria di Cgil, Cisl e UIl di inserire questo impegno tra le norme del nuovo contratto integrativo aziendale, il cui rinnovo è proprio in questi mesi oggetto di trattativa tra azienda e sindacato.


Ieri incontro tra cda di Coop Estense e Cgil, Cisl e Uil sull’art.18