Coop Estense, contratto al traguardo

02/04/2003



            Modena – mercoledì 2 aprile 2003





            Coop Estense, contratto al traguardo

            Dopo tre anni ieri è arrivata alla stretta finale la vertenza per il rinnovo del contratto integrativo aziendale di Coop Estense. Una trattativa lunga e che in alcuni momenti ha visto verificarsi una forte contrapposizione tra gli stessi sindacati, e tra la Cgil e la direzione aziendale: con raccolte di firme di dipendenti a favore dell’accordo e la presa di posizione critica di dirigenti e quadri del colosso cooperativo nei confronti della Cgil, sindacato che dal canto suo ha anche proclamato uno sciopero dei lavoratori, il 29 giugno scorso. Lunedì a Ferrara, in Puglia e anche a Modena (le diverse realtà territoriali nelle quali è attiva Coop Estense, che solo nella nostra provincia assomma 2300 dipendenti) si sono svolte le assemblee dei lavoratori: incontri molto partecipati dai quali è giunto il via libera all’intesa che ha portato alla chiusura della trattativa. A Modena su oltre 620 partecipanti all’assemblea ci sono stati appena una ventina di voti contrari e altrettanti astenuti. La giornata di ieri è stata dedicata poi alle riunioni conclusive tra rappresentanti nazionali e locali dei sindacati e direzione aziendale, presso la sede di Coop Estense in via Virgilio, per chiarire gli ultimi aspetti della questione: la firma era attesa in serata, dopo che i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil per tutto il pomeriggio hanno discusso l’ultima ipotesi di accordo. Sembrava superato anche lo scoglio più difficile che si è incontrato in questi tre anni di trattativa sull’integrativo: il premio aziendale, che per i nuovi assunti la Coop voleva fosse variabile e legato ai risultati dell’impresa, mentre per la Cgil avrebbe dovuto restare fisso. In discussione c’erano anche gli orari di lavoro, le pause, la programmazione dei turni: argomenti che hanno visto finalmente raggiungere un’intesa.
            g. m.