Coop Estense, Comunicato 03/11/2011

COMUNICATO ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI

COOP ESTENSE

Nell’incontro del 26 ottobre 2011 con Coop Estense, le parti, a pochi giorni dalla scadenza dei tempi previsti dall’accordo di transizione del 10 gennaio, hanno preso atto che non vi sono ancora le condizioni per rinnovare il contratto integrativo aziendale.

Le Organizzazioni Sindacali e Coop Estense hanno così concordato di prorogare l’accordo di transizione, scadente alla fine di ottobre 2011, al 30 aprile 2012.

Tale proroga ovviamente non interessa gli incrementi di orario e le assunzioni a tempo indeterminato che lo stesso accordo prevedeva dovessero avvenire entro il 31 Ottobre.

La decisione di prorogare l’accordo tiene in considerazione l’aggravarsi della situazione politica ed economica del paese, nonché lo stato di indeterminatezza della vertenza per il rinnovo del CCNL. Soprattutto le parti hanno constatato che sui temi che sono sul tavolo della trattativa si registrano ancora notevoli distanze.

Abbiamo espresso all’azienda diverse perplessità in riferimento alla previsione di incremento delle vendite del 12,5% in tre anni. Azienda che su tale previsione propone un sistema di obiettivi con cui rivedere salario variabile, indennità di funzione e speciali di funzione. Le nostre perplessità sono legate anche all’ipotesi che a questo sistema di obiettivi sia legato il percorso di stabilizzazione di 300 tempi determinati, nonché gli incrementi di orario di 1000 part-time. Resta inoltre la nostra assoluta contrarietà alla proposta aziendale di introdurre la scheda di valutazione individuale come strumento per determinare l’erogazione di quote di salario. Infine non è condivisibile la richiesta di rivedere le maggiorazioni domenicali ed il premio aziendale.

Abbiamo quindi dichiarato a Coop Estense che la proroga dell’accordo di transizione non può essere considerata un nuovo riavvio della trattativa.

Ci aspettiamo quindi, al fine di una positiva chiusura della vertenza, che alla ripresa del tavolo l’impresa rimuova le istanze su cui abbiamo più volte dichiarato, in questi anni, totale indisponibilità.

    La Filcams Nazionale

    Roma, 3 novembre 2011