Coop Estense- Comunicato 09/11/2012

COMUNICATO SINDACALE

Il progetto denominato IPR è applicato unilateralmente dalla dirigenza di Coop Estense senza la condivisione delle organizzazioni sindacali.

La richiesta di rendere variabili le indennità di funzione e le indennità speciali di funzione, previste dal contratto integrativo, è stata presentata nella trattativa per il rinnovo.
La Filcams Cgil ha dato disponibilità a trattare e ad accogliere la richiesta dell’impresa di legare alle indennità gli obiettivi di vendita, sapendo che per la cooperativa questo è centrale nelle proprie strategie. Abbiamo però chiesto che fosse garantita comunque – non solo temporaneamente una quota fissa di indennità per la mansione svolta a prescindere dai risultati delle vendite, considerando che spesso le indennità compensano la mancata applicazione dei livelli di inquadramento previsti dal CCNL.

Abbiamo inoltre rifiutato che il raggiungimento delle indennità periodiche potesse essere legato alla scheda di valutazione individuale; su questo abbiamo sempre espresso la nostra contrarietà, non ideologica ma di merito:

    ØIl sistema di retribuzione variabile legato alla scheda di valutazione individuale non aiuta i lavoratori a collaborare tra loro, anzi, crea competizione tra gli addetti e discrimina le diversità con cui i lavoratori esprimono la propria professionalità!!! Un lavoratore che compete con i suoi colleghi per guadagnare di più sarà sempre e comunque disponibile a supportare il lavoro degli altri?
    •L’IPR pensato dall’azienda rende i lavoratori maggiormente ricattabili, soprattutto per le modalità selvagge con cui Coop Estense organizza gli orari di lavoro. Una madre che non dà disponibilità ai cambi turni ed agli straordinari perché deve accudire i propri figli, è meno professionale, merita meno degli altri?

    •Il salario legato alla scheda di valutazione rischia di discriminare i lavoratori. Il giudizio del superiore, non basato su elementi oggettivi, facilmente potrà essere viziato da valutazioni estranee alla professionalità del lavoratore.

La Filcams CGIL chiede il riconoscimento delle professionalità previste dal Contratto Nazionale e un sistema di indennità di funzione basato sulla effettiva mansione svolta.

Vogliamo un accordo che unisca le lavoratrici ed i lavoratori, che li faccia collaborare tra loro, per il bene di Coop Estense ed in coerenza con i principi cooperativi.

LA FILCAMS CGIL NAZIONALE

Roma, 9 novembre 2012