COOP CONSUMATORI NORDEST: LO SCIOPERO DI VENERDI’ 13 HA REGISTRATO IMPORTANTI ADESIONI NONOSTANTE LE PRESSIONI DELL’AZIENDA

16/07/2007

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

16 luglio 2006

COOP CONSUMATORI NORDEST: LO SCIOPERO DI VENERDI’ 13 HA REGISTRATO IMPORTANTI ADESIONI NONOSTANTE LE PRESSIONI DELL’AZIENDA

Nota della segreteria Filcams

«Nonostante le pesanti ed intollerabili pressioni esercitate da Coop Nordest sui lavoratori per indurli a non aderire allo sciopero proclamato per venerdì 13 luglio 2007, si sono registrate importanti adesioni in molti negozi.

«La Filcams Cgil ringrazia i lavoratori che pur in presenza di grandi difficoltà hanno voluto dimostrare il loro dissenso per l’atto di disdetta del vecchio CIA compiuto dall’azienda.

«Nel contempo la Filcams sottolinea che al di là delle percentuali di adesioni allo sciopero, l’insoddisfazione dei lavoratori per la conclusione del contratto integrativo, nonché per l’atto di disdetta dell’azienda, è molto elevata e generale.

«A fronte di questa situazione la Filcams Cgil, non ha mai manifestato l’indisponibilità a riprendere la trattativa ma ha espresso l’esigenza di fare preventivamente un’analisi approfondita con i lavoratori dei motivi del loro dissenso sulla conclusione della vertenza, e ha giudicato inopportuno dar seguito a un confronto affrettato condizionato tra l’altro dalla scadenza del 1° novembre 2007.

«Se Coop Nordest, come dichiarano i suoi comunicati, opera per definire un nuovo contratto uguale per tutti i lavoratori, per una retribuzione migliore e per nuova e buona occupazione, non si capisce l’atto di una disdetta che di fatto aumenta il divario tra le condizioni dei lavoratori attuali e futuri.

«In ogni caso, prendendo atto di questa disponibilità aziendale, la Filcams Cgil è, com’è sempre stata, disponibile a riprendere la trattativa insieme alle altre organizzazioni sindacali, ma ritiene prioritario attivare il percorso democratico di confronto con il coordinamento nazionale dei delegati per costruire una sintesi dei punti da proporre all’azienda e non può considerare perentoria la scadenza della conclusione dell’eventuale negoziato a una data imposta dalla stessa».