Coop Alleanza 3.0, aggiornamenti 06/06/2017

Roma, 6 giugno 2017

Oggetto: Coop Alleanza 3.0 – circolare convocazione incontro 12 giugno

Il prossimo incontro con Coop Alleanza 3.0 si terrà a Bologna il 12 giugno 2017 e avrà all’ordine del giorno il “Progetto Rete”: il nuovo modello organizzativo unico per tutta la rete vendita che impatta prevalentemente sulle figure intermedie e sui quadri e direttivi.

Il nuovo modello organizzativo dovrebbe, secondo l’impresa, superare completamente le funzioni precedenti sostituendole con nuovi ruoli non comparabili. Se pur è positivo che la dirigenza si occupi di uniformare l’organizzazione ed è apprezzabile che ci siano lavoratrici e lavoratori che hanno l’opportunità di una crescita professionale, da quanto sta emergendo a livello territoriale questa operazione sta determinando una moltitudine di trasferimenti e di cambio di ruolo che stanno generando un diffuso malcontento tra le lavoratrici ed i lavoratori. L’assegnazione dei nuovi ruoli è fatta unilateralmente e discrezionalmente dall’impresa senza alcun accordo sindacale e alcuni lavoratori vengono rimossi dal ruolo che coprivano in base ad una valutazione negativa delle competenze e delle potenzialità che spesso non viene argomentata.

Nell’ultimo incontro abbiamo posto all’impresa la volontà di accordare regole certe per governare la riorganizzazione e per tutelare le lavoratrici ed i lavoratori coinvolti. Per la Filcams CGIL le condizioni per fare un accordo partono innanzitutto da una verifica dell’impatto quantitativo della riorganizzazione, è utile sapere quanti e quali sono i ruoli obsoleti e quanti e quali sono i nuovi ruoli, con specifico accordo sui livelli di inquadramento assegnati su cui sarà opportuno verificare la coerenza con il contratto nazionale e la contrattazione integrativa vigente; è fondamentale sottolineare che le RSA/RSU stanno segnalando più casi di demansionamento, la Filcams CGIL dichiara che firmerà un accordo solo se esclude esplicitamente i demansionamenti.

Su queste basi riprenderà il confronto il giorno 12 giugno a Bologna, siamo in attesa che l’impresa ci comunichi il luogo preciso. La delegazione è convocata come con la stessa composizione degli ultimi incontri. Vi comunichiamo inoltre che l’impresa ci ha manifestato la necessità di erogare il salario variabile nel mese di luglio come da nota allegata.

p. La Filcams CGIL Nazionale
Alessio Di Labio