Coop Adriatica, vendite in aumento

11/06/2007
    sabato 9 giugno 2007

    Pagina 18 – Economia & Lavoro
    Pagina III – Bologna

    Coop Adriatica, vendite in aumento
    Meglio i supermercati degli iper

      Bologna
      COOP ADRIATICA chiuderà il bilancio 2006 con vendite per 1.850 milioni (+1,57% sul 2006) con un utile di 46 mln (+112%). I soci sono diventati oltre 934 mila (+4,9%). I lavoratori sono 9.367, 1.210 i nuovi assunti. Nel 2006 le vendite degli ipermercati hanno segnato il passo, raggiungendo 898 milioni (+0.05%); bilanciate invece da quelle dei supermercati, cresciute del 3,04% (952 milioni). Coop ha ottenuto un risultato d’esercizio di 46 milioni. Il prodotto a marchio Coop rappresenta il 20% delle vendite.

      Nel 2006 il gruppo ha investito 160 milioni nella rete di vendita (138 negozi: 124 supermercati e 14 ipercoop). Ben 250 persone hanno visto il loro contratto diventare a tempo indeterminato (lo è l’86%). Coop ha raggiunto 9.367 addetti. In crescita le donne dirigenti, quadri ed impiegate direttive, pari al 36% del totale (+8% sul 2004). Anche se nel 2006 l’economia è in parte ripartita, i consumi sono rimasti fermi: il pil è cresciuto dell’1,9%, i consumi alimentari solo dello 0,3%. Coop a esteso le vendite a libri e farmaci Salute) e dal 4 giugno anche alla telefonia mobile. Se nel 2006 i prezzi degli alimentari confezionati sono aumentati dell’1,7%, nei negozi di Coop Adriatica sono lievemente diminuiti
      (-0,17%).

      La Cooperativa ha mantenuto i propri prezzi mediamente più bassi dello 0,64% rispetto ai concorrenti. Da settembre, i 13 spazi Coop Salute hanno assicurato risparmi per 1,3 milioni sui farmaci senza ricetta. Ai consumatori sono stati trasferiti 80 milioni di risparmi in promozioni; i soci hanno ottenuto ulteriori risparmi per 75,5 milioni sommando promozioni, raccolta punti e il ristorno. A queste cifre si aggiungono anche i 29 milioni di interessi riconosciuti a quasi 209 mila soci prestatori, cresciuti del 3,5%; il totale del prestito gestito è arrivato a 1.757,6 milioni. Nel 2006 sono stati più di 1.000 i soci volontari impegnati per la Cooperativa. Ausilio per la consegna gratuita di spesa o libri ad anziani e disabili. Ne sono stati aiutati quasi 1.600 persone. «Brutti ma buoni», il recupero di alimentari invenduti ha garantito alle associazioni beneficiarie un risparmio sulla spesa pari a 1,3 milioni. Quanto ai primi mesi del 2007, a partire da meta marzo si registra una ripresa dei consumi.