Contratto unitario per i lavoratori del legno

14/05/2010

Dopo la chiusura unitaria dei rinnovi contrattuali dei comparti edilizia, cemento, laterizi e manufatti, si è chiuso unitariamente anche il negoziato per il rinnovo del contratto del legno, che interessa 400 mila addetti di circa 100 mila imprese. Sul salario l’accordo prevede un aumento di 121,03 euro a regime al parametro 134, ossia al terzo livello riferito all’operaio specializzato, ripartite nel triennio 2010-2012 con un primo aumento di 27,23 euro al primo aprile 2010, un secondo di 46,90 euro al primo gennaio 2011 e l’ultimo di 46,90 euro al primo luglio 2012. Per quanto riguarda il premiodi risultato, laddovenon si effettua il secondo livello di contrattazione, si riconosce ai lavoratori una indennità pari a 8 euro lordi al mese per 12 mensilità. «Un accordo positivo che innanzitutto offre una prima risposta al bisogno dei lavoratori di difendere il potere di acquisto dei propri salari», è il commento del segretario della Fillea- Cgil Mauro Livi. L’accordo arriva «in un momento di crisi economica che vede la produzione fortemente rallentata e segnali ancora troppo flebili di ripresa. È figlio della forte volontà mostrata di trovare una soluzione unitaria al negoziato»