CONTRATTO TURISMO: CON LA FIRMA DI FEDERTURISMO-CONFINDUSTRIA TERMINA LA STAGIONE DEI RINNOVI

03/02/2004

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

3 febbraio 2004

CONTRATTO TURISMO: CON LA FIRMA DI FEDERTURISMO-CONFINDUSTRIA TERMINA LA STAGIONE DEI RINNOVI

Filcams Fisascat Uiltucs e Federturismo hanno posto la firma sull’ipotesi di accordo per il nuovo contratto nazionale di lavoro delle aziende turistiche aderenti a Confindustria.

Con la definizione del contratto Federturismo-Confindustria si chiude la stagione dei rinnovi nel settore del turismo. In precedenza erano stati firmati i contratti con le aziende che aderiscono a Confcommercio e a Confesercenti, mentre con Confindustria era stato definito il contratto delle grandi catene alberghiere (Aica).

L’incremento salariale è per il livello di massimo addensamento, il 4°, di 118 euro nel quadriennio. L’aumento concordato prevede il pagamento di 30 euro a settembre 2004, 18 a luglio 2005, mentre sulla base di accordi provvisori sono stati anticipati 40 euro lo scorso novembre e 30 euro lo scorso dicembre.

Un importo una tantum di 160 euro entra nella busta paga di gennaio, mentre per i dipendenti delle aziende di viaggio e turismo il pagamento avverrà a marzo.

Anche a luglio dello scorso anno, in occasione di una sospensione del negoziato tra sindacati e Confindustria, era intervenuto un accordo provvisorio con l’anticipo di 40 euro e il pagamento di un importo una tantum di 140 euro.

Gli altri punti dell’accordo:

* regolamentati i contratti di lavoro a tempo determinato con limitazioni al 20% per aziende oltre i 50 dipendenti e da 4 a 12 per aziende fino a 50 dipendenti; è stato esteso il diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato;

* è istituita l’assistenza sanitaria integrativa; oneri per il 70% a carico dell’azienda, il 30% a carico del lavoratore;

* gli apprendisti godranno del 60% della retribuzione per i primi 10 giorni di malattia e del 75% della retribuzione per l’intera durata del ricovero ospedaliero;

* in caso di infortunio l’azienda anticiperà l’indennità; di inabilità temporanea dovuta dall’Inail;

* le lavoratrici in maternità avranno 5 mesi di integrazione al 100% rispetto all’indennità Inps;

* in caso di eventi famigliari straordinari l’azienda concederà fino a 5 giorni di congedo retribuito o, in alternativa, sarà concordato un orario di lavoro ridotto;

* una nuova classificazione del personale dovrà essere presentata da una apposita commissione tecnica per il prossimo 30 giugno con l’intesa che la nuova classificazione dovrà essere definita prima della scadenza del presente contratto.

Il contratto è in vigore da gennaio 2002 a dicembre 2005.