Contratto: procede la trattativa Coop-sindacati

13/12/2007
    giovedì 13 dicembre 2007

    Notiziario
    LAVORO

      Contratto della distribuzione,
      procede la trattativa tra Coop e sindacati

        Le parti, ‘’consapevoli della sua emergenza anche sul piano sociale e del calo dei consumi’’, hanno convenuto l’erogazione di una prima tranche di 50 euro mensili di aumento

        ROMA – Si sono incontrate ieri le associazioni della distribuzione cooperativa (Ancc-Coop, Ancd-Conad, Federconsumo-Confcooperative e Agci) e Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil per continuare la trattativa sul rinnovo del Ccnl della Distribuzione Cooperativa.

          “Il confronto – è scritto in una nota congiunta della Coop e delle organizzazioni sindacali – ha prodotto significativi avanzamenti, anche se non conclusivi, sia sul mercato del lavoro (part-time, apprendistato, contratti a termine) sia sul tema della flessibilità approfondendo anche le questioni relative alle cooperative minori”.

            E continuano: “Sul tema del salario le parti, consapevoli della sua emergenza anche sul piano sociale e del calo dei consumi esistente nel nostro Paese, hanno convenuto l’erogazione di una prima tranche di 50 euro mensili di aumento (al IV livello), comprensivi dell’indennità di vacanza contrattuale, a decorrere dal 1°gennaio 2008; il confronto sul salario continuerà nel prosieguo del negoziato”. Le parti hanno convenuto inoltre di proseguire la trattativa nel mese di gennaio 2008 e sull’insieme delle questioni trattate Ancd-Conad si è riservata di fare ulteriori approfondimenti.

              Da parte sua Aldo Soldi, presidente di Coop-Ancc (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori), in merito agli ultimi risultati raggiunti nell’ambito della trattativa per il rinnovo del contratto, afferma: “Pur nell’ambito di una trattativa complessa e lunga che data oramai da un anno (il contratto è scaduto a fine 2006), le parti stanno dimostrando di affrontare anche temi controversi e di estrema attualità come il tema della flessibilità e della diminuzione del precariato in una logica di confronto serrato e costruttivo”.
              “Come Coop – continua – non ci sottraiamo alle responsabilità che derivano dalla particolare situazione economica e benché la trattativa sia ancora in corso abbiamo convenuto l’erogazione di un anticipo salariale consapevoli dei problemi reali e concreti che stanno affrontando i nostri lavoratori e del più complessivo problema salariale presente nel nostro Paese. Al di là dell’entità della cifra, si tratta di una novità assoluta e del tutto eccezionale. La trattativa peraltro continuerà su tutti gli altri temi posti dalle parti al tavolo di confronto ed anche sul piano del salario. Confidiamo nella pratica di corrette relazioni con i sindacati che sempre ci ha caratterizzato e contiamo di raggiungere assieme buoni risultati”.