Contratto metalmeccanici – Volantini e querele il grande freddo tra la Fiom e Bonanni

15/10/2009

Rissa legale in casa sindacale tra Fiom-Cgil e Fim-Cisl proprio mentre è appena iniziata la trattativa, separata, per il rinnovo del contratto. Il segretario della Cisl Raffaele Bonanni, in una intervista al Messaggero , definisce un volantino della Fiom di Bergamo (in cui lui appare insieme alla Marcegaglia, Bombassei, Angeletti e Sacconi sotto la scritta fermiamoli) «linguaggio da delinquenza comune». E la segreteria nazionale della Fiom reagisce con tanto di querela per diffamazione a mezzo stampa. «Libera di farlo commenta Bonanni – ma sono stupito di questa scelta, pensavo di ricevere ben altra risposta alle mie osservazioni preoccupate». Per Bonanni quel volantino e quegli slogan «dove la scritta fermiamoli è bucherellata come un tirassegno mi hanno indignato come uomo e come sindacalista ». Il volantino sotto accusa è stato diffuso in occasione dello sciopero di 8 ore di venerdì scorso dove la Fiom-Cgil di Bergamo invitava i lavoratori a partecipare alla manifestazione milanese con le seguenti parole: «Stanno facendo tutto da soli, gli accordi separati danneggiano anche te, falli smettere!». Intanto ieri, nel primo round, dalla Federmeccanica è saltato fuori un aumento di 104 euro mensili. Cisl e Uil hanno definito la proposta «totalmente inadeguata». Oggi nuovo incontro.