Contratto delle colf: aperta la trattativa

29/03/2005

    domenica 27 marzo 2005

    ECONOMIA E FINANZA -Pagina 42

      DIARIO ECONOMICO

        Contratto delle colf: aperta la trattativa,
        il sindacato chiede 39 (35,117)

          BRESCIA – I sindacati del commercio ed i rappresentanti dei datori di lavoro domestici hanno avviato le trattative per il rinnovo del contratto dei collaboratori domestici.

          I sindacati hanno chiesto aumenti salariali di 39 euro medi al terzo livello per la categoria � conviventi� (aumenti che porterebbero la retribuzione mensile media a 594,80 euro) e di portare la paga oraria del primo livello super a 6,79 euro (5,11 euro per il terzo livello) per i non conviventi. Per la presenza notturna (dalle 21 alle 8) la nuova retribuzione richiesta (unica categoria) � di 546,88 euro mentre per i domestici conviventi l’assistenza notturna dovrebbe valere un’indennit� del 15%.

          La prossima riunione � prevista il 27 aprile. Le richieste avanzate dai sindacati, si legge in una nota della Filcams – mirano a rimodulare la classificazione delle mansioni, riconoscendo figure e lavori che si sono largamente diffusi, quale l’assistenza non sanitaria a persone non autosufficienti.

          �Per i sindacati – ha detto Ramona Campari, responsabile per la Filcams del settore colf – un contratto valido significa che anche i lavoratori domestici devono poter contare su un livello dignitoso di diritti e tutele nel periodo della maternit� e in caso di malattia�.

          Nel settore � molto diffuso il lavoro irregolare. Su circa 1,5 milioni di lavoratori tra domestici e badanti stimati solo 300.000 hanno un lavoro regolare. Le donne rappresentano i nove decimi del settore.