CONTRATTO COMMERCIO: SOLIDARIETA’ DALLE FEDERAZIONI CGIL PER LO SCIOPERO DI VENERDI’ 2 E SABATO 3 LUGLIO

01/07/2004

FILCAMS-Cgil

Federazione lavoratori commercio turismo servizi

Ufficio Stampa

www.filcams.cgil.it

1 luglio 2004

CONTRATTO COMMERCIO: SOLIDARIETA’ DALLE FEDERAZIONI CGIL PER LO SCIOPERO DI VENERDI’ 2 E SABATO 3 LUGLIO

Solidarietà con la lotta dei lavoratori del commercio giungono dalle federazioni sindacali Cgil.

La Fp-Cgil, il sindacato dei dipendenti pubblici, invita i suoi iscritti ad astenersi dal fare spese durante lo sciopero del commercio di venerdì 2 e sabato 3 luglio.

«La Funzione Pubblica – afferma la lettera della segreteria inviata alla Filcams – è solidale con le lavoratrici ed i lavoratori del commercio in lotta per il rinnovo del loro contratto nazionale di lavoro scaduto da ben 18 mesi. La scelta delle controparti, su pressione della grande distribuzione, di non chiudere la fase negoziale, pur in presenza di un accordo ormai raggiunto, è una provocazione che mette in discussione le regole negoziali stesse».

Anche l a segreteria nazionale Fiom ha invitato i suoi aderenti allo sciopero della spesa in solidarietà con i lavoratori del commercio.

«L’importanza della vertenza – dice una nota – non sta solo nell’impegno per la tutela del salario e per il miglioramento delle condizioni normative. Decisivo è il conflitto che si è aperto sulla richiesta delle imprese d i estendere ulteriormente la precarizzazione del lavor o con l’utilizzo della legge 30. La difesa del salario nei contratti nazionali, la lotta contro la precarizzazione del lavoro, sono temi che vedono impegnati i metalmeccanici. Per questo la solidarietà e l’appoggio alla vertenza del commercio non costituisce solo un atto dovuto, ma un impegno a proseguire nella lotta comune »

Le segreterie milanesi di Cgil Cisl Uil hanno espresso a loro volta solidarietà ai lavoratori del commercio e alle federazioni di categoria.

« Come forma di sostegno alla vertenza contrattuale delle lavoratrici e dei lavoratori del commercio, le s egreterie unitarie invitano tutte le la voratrici e i lavoratori, il 3 l uglio giornata nazionale di lotta per il contatto della categoria e il 4 Luglio giornata di apertura domenicale per i saldi a Milano, ad astenersi dalla spesa. I nvitano le associazioni dei consumatoiri a sostenere questa iniziativa ».

Anche Cesare Damiano, responsabile lavoro della Segreteria nazionale dei Ds, porge solidarietà ai lavoratori in lotta.

«Far saltare un accordo in dirittura d’arrivo è una cattiva politica. Soprattutto se questo capita per due volte di seguito». «Il settore del commercio – prosegue – da tempo sta aspettando il suo contratto, il cui mancato rinnovo indebolisce ulteriormente il potere d’ acquisto delle retribuzioni. In questo modo arriva, dal settore della grande distribuzione, un segnale negativo e controproducente a tutto il paese, di cui le imprese devono tenere conto: si nega il valore della concertazione, del ruolo negoziale; si nega l’esigenza di ridistribuire quote di profitto e di produttività a vantaggio del lavoro». «In questo modo – conclude – si aumentano le diseguaglianze e si inasprisce il conflitto sociale. I lavoratori hanno bisogno di certezze, le stesse di cui ha bisogno il paese per imboccare una strada di sviluppo qualitativo».