CONTRATTO BIENNIO AZIENDE TERMALI: ROTTURA E SCIOPERO

E’ subito rottura tra Filcams Fisascat Uiltucs e Federterme-Confindustria per il rinnovo del contratto biennale delle aziende termali. Le parti, “pur convenendo sul differenziale dell’inflazione e sulle percentuali da applicare in conformità del protocollo del luglio ’93 – dice Carmelo Romeo, segretario nazionale Filcams responsabile della trattativa”, si sono scontrate sulle cifre: 110mila lire per i sindacati, 90mila lire per l’associazione degli imprenditori.

Link Correlati
     CONTRATTO BIENNIO AZIENDE TERMALI: ROTTURA E SCIOPERO