CONTRATTO AZIENDE TERMALI: DOMANI PRIMO INCONTRO TRA SINDACATI E FEDERTERME

09/06/2003

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

9 giugno 2003

CONTRATTO AZIENDE TERMALI: DOMANI PRIMO INCONTRO TRA SINDACATI E FEDERTERME

Domani – martedì 10, presso la sede di Confindustria – la delegazione Filcams Fisascat Uiltucs incontrerà la delegazione Federterme per l’avvio del negoziato sul contratto nazionale delle aziende termali.

La piattaforma presentata dai sindacati è articolata attorno alle professionalità in movimento in un settore che sta completando la sua evoluzione, ormai specializzato nei campi della riabilitazione, del fitness, dell’estetica e dello sport.

Prioritaria necessità – scrivono i sindacati – è rafforzare le relazioni sindacali, la cui solidità deve esercitarsi ogni anno per respingere le intromissioni della legge finanziaria, con proposte di ticket senza senso. Viene poi sottolineata l’importanza che il termalismo riveste per l’economia e l’occupazione proprio in virtù della specializzazione territoriale.

Nel merito contrattuale è chiesta maggiore informazione sulla distribuzione dell’orario giornaliero e settimanale e sulle aperture festive e domenicali e un maggiore coinvolgimento sugli appalti e sul decentramento produttivo (terziarizzazione); maggiore partecipazione è chiesta nei programmi di formazione (monte ore retribuito); mentre è ritenuta fondamentale la modifica e l’aggiornamento dei profili professionali.

La piattaforma chiede poi la costituzione di un fondo di assistenza sanitaria integrativa e un maggiore impegno sulla previdenza integrativa.

Per quanto riguarda l’aumento di salario, il recupero dell’inflazione passata e di quella tendenziale, in aggiunta alla produttività di settore non distribuita a livello territoriale, porta alla richiesta di 98 euro per il livello di maggiore addensamento.