Contratti: Uiltucs, Bene Rinnovo Commercio, Rammarico Per Mancata Firma Cgil =

27/02/2011

”E’ stato firmato questo pomeriggio tra Uiltucs, Fisascat-Cisl e Confcommercio l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale che interessa 3 milioni di lavoratori del commercio e dei servizi. L’incremento economico, a regime, e’ di 86 euro con decorrenza dal primo gennaio 2011 e durata triennale”. Ad affermarlo in una nota e’ Bruno Boco, il segretario generale della Uiltucs dopo l’accordo raggiunto oggi.

Il contratto, rileva il sindacalista, ”ha come elemento di novita’ il rafforzamento della contrattazione integrativa, in
particolare di quella territoriale. E’ un fatto estremamente positivo se si considera che, ad oggi, solo l’8% dei lavoratori beneficia dellacontrattazione di secondo livello: grazie all’odierno rinnovo, questa percentuale e’ destinata a crescere considerevolmente. Il contratto hainoltre previsto la possibilita’ di deroghe a livello di contrattazione aziendale e territoriale solo per le flessibilita’ relative al mercato del lavoro e all’orario di lavoro. E’ stato inoltre rafforzato il sistema bilaterale e il welfare contrattuale ed e’ stata recepita la disciplina dell’arbitrato e della certificazione
prevista dal collegato lavoro”.
L’accordo, sottolinea Boco, ”e’ stato raggiunto due giorni prima della scadenza delle procedure di raffreddamento e, quindi, senza far ricorso ad una sola ora di sciopero. Esprimiamo, dunque, un giudizio piu’ che positivo per la sottoscizione del contratto privato relativo al piu’ grande bacino di lavoratori: un test davvero significativo per l’intesa interconfederale del 2009 sul sistema contrattuale. Unico elemento di rammarico e’ la mancata firma della Cgil. Nel prossimo mese di marzo Uiltucs e Fisascat-Cisl procederanno alla consultazione dei lavoratori”.