CONTRATTI: FILCAMS, ‘NO A QUELLO SEPARATO’

06/10/2008

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

www.filcams.cgil.it

3 ottobre 2008

CONTRATTI: FILCAMS, ‘NO A QUELLO SEPARATO’

Martini, Filcams, La parola ai lavoratori. Il 9 Epifani ad Assemblea

(U.S.Cgil) –Roma, 3 ott- “No al contratto separato” del commercio, del terziario e dei servizi. Lo dice la Filcams-Cgil che con questo slogan giovedì prossimo, 9 ottobre, riunirà a Roma, alla presenza del Segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, oltre 1500 quadri e delegati della categoria in rappresentanza dei lavoratori di ogni angolo del territorio.

Tre i temi al centro dell’iniziativa, in programma all’Auditorium del Massimo (Eur), il diritto alla contrattazione nelle aziende e nei territori, la tutela delle condizioni di lavoro soprattutto per i soggetti più deboli e gli apprendisti, la democrazia sindacale nel rispetto delle regole unitarie concordate.

Franco Martini, chiamato da qualche settimana alla guida della categoria della Cgil (345 mila iscritti a dicembre 2007) non ha dubbi sulla strada da seguire per superare la difficile situazione creatasi dopo la firma separata del contratto del commercio (2 milioni gli addetti del comparto): “Dobbiamo difendere il diritto alla contrattazione aziendale ed evitare che prevalga la ‘mano libera’ di Confcommercio” afferma il numero uno della Filcams. “Il contratto nazionale che non abbiamo sottoscritto ‘scardina’ questo diritto (introducendo, ad es, l’obbligo del lavoro domenicale) e divide i lavoratori. A loro –assicura- va perciò restituita la parola con la consultazione in tutti i luoghi di lavoro”.
Sarà lo stesso Martini, alle ore 10 di giovedì prossimo, ad aprire l’Assemblea Filcams che terminerà intorno alle 14 con l’intervento di Guglielmo Epifani.

Vanna Palumbo